Veneto

Coronavirus: traffico giù del 30% su Padova-Venezia e Passante di Mestre

Sfonda il muro del 30% il calo del traffico in autostrada.
Dal 1 al 13 marzo, i veicoli transitati sulla A4 Padova-Venezia e sul Passante di Mestre sono stati 1.772.907, contro i 2.546.211 dello stesso periodo dello scorso anno, dunque il 30,37% in meno.
Il calo più consistente riguarda il traffico leggero, le automobili passate da 1.935.039 a 1.183.285 unità, il 38,85% in meno rispetto ai primi 13 giorni di marzo 2019.
In leggera controtendenza il traffico pesante, autoarticolati e autotreni, cresciuti del 7,05%, passati dai 298.075 della prima metà di marzo 2019 ai 319.099 di questi ultimi 13 giorni.
Un dato che si spiega con il mantenimento in operatività del sistema produttivo e commerciale, che ha consentito finora la movimentazione delle merci (ancor più in un momento emergenziale come quello in atto) a fronte, invece, di misure di contenimento stretto per quanto riguarda lo spostamento delle persone e quindi del traffico leggero.

Interessante, da questo punto di vista, vedere come la tendenza che riguarda i volumi di traffico giornalieri abbia seguito l’evoluzione delle disposizioni emanate dalle autorità: nei primi giorni di marzo, con in vigore decreti meno restrittivi degli attuali, il traffico leggero sulla rete di Concessioni Autostradali Venete viaggiava con un calo medio del 15-16% rispetto alle stesse giornate dello scorso anno.
L’8 marzo, in concomitanza con il varo delle misure riguardanti le aree a contenimento rafforzato per le provincie di Venezia, Padova e Treviso, il dato è subito schizzato fino a toccare quota 51,40% di veicoli in meno. Con l’estensione, infine, delle limitazioni a tutto il territorio nazionale, la riduzione del traffico leggero è arrivata a toccare, venerdì scorso, il -73,45%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button