Friuli Venezia GiuliaVeneto

Coronavirus/Il punto e alcune particolarità

E’ un conteggio che può cambiare giornalmente, ma, al momento, in Veneto risultano 27, i casi di contagio da Covid 19, o Cornavirus che dir si voglia.
Gli ultimi due in ordine di tempo, dopo gli ottantenni di Venezia scoperti ieri mattina, sono una paziente dell’Ospedale Civile di Venezia e di un’altra persona nel padovano.
Resta ricoverato in Terapia Intensiva l’uomo di Mira il cui passaggio in due ospedali ha contagiato tre addetti della sanità pubblica.

L’ordinanza per il contenimento del contagio approvata ieri sera e che stamani ha lasciato scuole e asili chiusi in Veneto e Friuli Vg contempla anche lo stop ad ogni manifestazione pubblica, ovvero, ad ogni assembramento di persone.

In questo contesto è arrivato l’annullamento anche di tutte le messe domenicali e, particolare di cui tener conto, anche i funerali.
Così ha disposto, ad esempio, la Diocesi di Venezia.
Eventuali sepolture potranno avvenire con la benedizione della salma e alla presenza dei famigliari più stretti, ma senza la celebrazione del rito funebre in chiesa.

Allo stesso modo, da oggi sono contingentate le visite ai malati negli ospedali: non più di una al giorno.

Il fermo delle manifestazioni comprende, dicevamo, ogni raduno di gente: tra questi, gli organizzatori si sono visti costretti ad annullare anche l’attesa Antica Fiera di Goderga che sarebbe dovuta scattare sabato prossimo 29 febbraio.

Due aspetti di cui tener conto sono le fake news e le possibili truffe.
Nel week end l’Ulss 2 ha diramato un comunicato con cui smetiva “notizie” apparse su facebook che parlavano di contagiati trevigiani: al momento, in realtà, non ce ne sono (per fortuna). Idem per dei casi inesistenti segnalati, sempre in rete, a San Donà: nulla di vero nemmeno in questo caso.

Sembra che qualche malintenzionato abbia già approfittato della situazione andando a bussare alle porte degli anziani spacciandosi per inviato a disinfettare le case altrui contro il coronavirus.
Non ci sono operazioni di questo tipo in corso in realtà e l’unica cosa a cui mirano questi cattivi soggetti è il denaro o i gioielli di casa.

Riassumendo, vi sono tre numeri di telefono che chiunque abbia dubbi può chiamare, anche solo per informarsi meglio.
Il Ministero della Salute ha attivo il 1500
La Regione del Veneto ha attivato il numero verde 800 46 23 40.
Anche la Regione del Fvg ha attivato un numero verde: 800 500 300.

L’ordinanza scaricabile del Governatore Zaia:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button