Treviso

Coronavirus: 2 casi sospetti nel trevigiano

Coronavirus: dopo i due cinesi, madre e figlio, casi sospetti poi rientrati, la scorsa settimana, all’aeroporto Marco Polo di Tessera, ecco, stavolta nella Marca trevigiana, altre due persone sotto osservazione.

Si tratta di italiani: una 50enne imprenditrice ed un ragazzo non ancora maggiorenne.
Quest’ultimo è il caso che desta maggiori preoccupazioni per la presenza di febbre e il fatto che il giovane è rientrato da poco dalla Cina.
Le sue condizioni non sono serie e l’unica contromisura presa finora è una sorta di isolamento in casa, a scopo precauzionale, in attesa che l’Istituto nazionale malattie infettive esamini il suo tampone.

La 50enne, anch’ella rientrata dalla Cina, si trova invece al Cà Foncello di Treviso, in isolamento precauzionale ed è febbricitante.
I medici però dubitano si tratti del Coronavirus.
Anche in questo caso, per il principio della massima cautela, è stato effettuato un tampone spedito a Roma per le analisi.

I medici del Cà Foncello sono stati avvisati anche di un terzo caso, un trevigiano di 32 anni rientrato dalla Cina con una insistente tosse ma senza febbre.
La sua situazione viene monitorata con attenzione, ma pare poco probabile si tratti della malattia che preoccupa il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button