Home -> Treviso -> Controlli Polstrada di Treviso: 5 conducenti su 13 positivi ai test antidroga

Controlli Polstrada di Treviso: 5 conducenti su 13 positivi ai test antidroga

L’estate 2019 continua con controlli specifici di alcool e droga da parte della Polizia Stradale di Treviso che nello scorso fine settimana è stata impegnata con servizi mirati.
Questa volta nel mirino è finito l’evento musicale “SUONI DI MARCA”, e i rientri dalle spiagge frequentate dai trevigiani tra le 20.00 della sera e le 05.00 della notte.
Non sono mancate le consuete contestazioni per la guida in stato di ebbrezza per effetto dei controlli con etilometro, infatti, sono risultate positive 4 persone con un tasso alcoolemico compreso tra i valori di 0,34 mg/l e 1,33 mg/l, di cui due contravvenzionati con la sola sanzione amministrativa, mentre gli altri due sono stati denunciati per valori compresi tra 0,8 e 1,5 mg/l di alcool nel sangue.
Ma il vero dato significativo purtroppo in negativo è stato che su 13 conducenti sottoposti al controllo con precursore salivario immediatamente analizzato dall’apposito strumento per la rilevazione dell’assunzione di droga nei conducenti, 5 sono risultati positivi al tampone che ha riscontrato la presenza di sostanze del tipo cannabinoidi, anfetamine e cocaina.
Peraltro, durante i controlli un soggetto ha tentato di occultare un involucro contenente sostanza stupefacente che tuttavia veniva immediatamente individuata e sequestrata.
Tutte le positività sono state confermate per tutti i soggetti dagli esami di laboratorio della ULSS3 Serenissima di Mestre.
L’esito del giudizio medico-legale successivo all’esame è stato impietoso poiché tutti i conducenti positivi al precursore e che per questo sono stati sottoposti ai citati prelievi sono risultati in stato di alterazione al momento del prelievo e dunque alla guida.
Oltre alla multa, sospensione della patente e decurtazione di 10 punti sulla patente.
Inoltre per 3 di loro è stato anche disposto il sequestro a fini di confisca del veicolo che conducevano.
Decisamente particolare, purtroppo in negativo, la circostanza per cui 4 dei 5 soggetti risultati positivi hanno età comprese tra i 18 e 25 anni, infatti 3 dei 4 risultano perfino neopatentati.
Il dato è significativo poiché nel 2019, finora, per effetto di questo tipo di controlli sono stati sottoposti a precursore droga 78 conducenti; di questi 27 sono risultati positivi e tra queste positività, 20 sono state confermate dagli esami di laboratorio.
In particolare, 15 di queste 20 positività hanno evidenziato anche lo stato di alterazione.

Nel corso del servizio e nei giorni successivi sono state inoltre elevate decine di contravvenzioni che vanno dal mancato uso dei sistemi di ritenuta all’uso del telefono cellulare durante la guida, inefficienza dei sistemi di equipaggiamento del veicolo fino alla dimenticanza dei documenti.

Web Hosting

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*