Home -> Venezia -> Controlli antidroga a Caorle/Pizzicati 6 pusher e 28 assuntori in 15 giorni (11 minori)
I controlli dei Carabinieri a Caorle

Controlli antidroga a Caorle/Pizzicati 6 pusher e 28 assuntori in 15 giorni (11 minori)

Con l’inizio del periodo clou della stagione turistica, anche i Carabinieri di Caorle hanno serrato i controlli in materia di sostanze stupefacenti e, in particolar modo, sull’uso di droghe da parte dei giovani che frequentano la nota località balneare.


L’immagine che ne esce è che molti ragazzi, evidentemente, approfittano delle vacanze per cercare in ogni modo lo sballo, anche in una località che notoriamente è orientata ad un turismo di tipo familiare.

Nelle ultime due settimane, infatti, tra le centinaia di persone controllate dalle pattuglie dell’Arma sulle strade, nei principali luoghi pubblici d’incontro e sull’arenile, i militari hanno trovato molti giovani, perlopiù tra i 17 e 35 anni, in possesso di droga, soprattutto hashish e marjuana, ma non sono mancati anche assuntori di cocaina e, in un caso, di metadone.

Alla fine sono stati 2 gli spacciatori arrestati – un 22enne italiano e un 18enne albanese – e 4 quelli denunciati in stato di libertà, con il sequestro circa 70 grammi di marjuana e hashish e 16 grammi di cocaina, mentre sono state ben 28 le persone segnalate come assuntori alle Prefetture di residenza, tra cui 11 minorenni, con il sequestro di ulteriori circa 50 grammi, tra marjuana e hashish, 3 grammi di cocaina e 2 flaconi di metadone.

Se per i soggetti arrestati e denunciati per spaccio si prospetta ora un procedimento penale, con pene che vanno da 6 mesi a 4 anni di reclusione, per quelli trovati in possesso di droghe per uso personale (e i loro genitori, se minori) ci sarà la convocazione presso le rispettive Prefetture per l’applicazione delle sanzioni amministrative previste – quali la sospensione della patente di guida, della licenza di porto d’armi, del passaporto e di ogni altro documento equivalente o del divieto di conseguire tali documenti – e, laddove ve ne siano i presupposti, per l’avvio di un programma terapeutico o educativo presso i Servizi per le Dipendenze delle Ausl.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*