Home -> Venezia -> Contagi da Covid19 in diminuzione nel Veneto Orientale

Contagi da Covid19 in diminuzione nel Veneto Orientale

E’ stato il direttore generale dell’Ulss 4, Carlo Bramezza, all’ospedale di Portogruaro, a fare il punto, con un quadro confortante, sul fronte contagi da coronavirus per quanto riguarda l’ambito della Venezia orientale.

“Con la diminuzione dei rientri dalle vacanze sono diminuiti anche i casi di contagio; l’avvio dell’anno scolastico ha portato qualche nuovo caso tra i giovanissimi ma anche qui siamo ai minimi termini; nelle case di riposo nessun positivo. Direi proprio che nel Veneto orientale non c’è alcuna emergenza , ha dichiarato”.

Contagi attuali. Il dottor Bulegato, direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, ha delineato la situazione attuale dei contagi da Covid19.
Situazione passata dai 8 casi giornalieri nel periodo 31 agosto-6 settembre, ai 3 casi giornalieri del periodo 14-23 settembre.

L’età media dei contagiati segue il trend nazionale: si è abbassata a 36 anni.
Da fine agosto a ieri sono 15 i micro focolai avvenuti in questo territorio: due principali a San Donà di Piave (nel contesto di una vacanza in pullman) e a Fossalta di Piave (da un funerale), mentre gli altri risultano essere collegati a rientri da vacanze all’estero e a contesti familiari.

Ad oggi sono 52 le persone positive al Covid19 e complessivamente sono 180 le persone in isolamento.

Questa la distribuzione per comune: 9 Annone Veneto, 1 Cavallino, 1 Eraclea, 4 Fossalta di Piave, 3 Jesolo, 5 Meolo, 1 Musile, 5 Noventa di Piave, 9 Portogruaro, 10 San Donà di Piave, 3 San Michele al Tagliamento, 1 San Stino di Livenza.

Screening a scrutatori e forze dell’ordine nei seggi elettorali
In 5 giorni di sedute il personale del dipartimento di prevenzione ha eseguito tamponi al 43% del personale impegnato nei seggi elettorali, ossia 573 tamponi su una platea complessiva di 1332 persone: tutti negativi.

Situazione scuole
Ad oggi sono complessivamente 5 i bambini riscontrati positivi in 5 istituti scolastici (scuole d’infanzia e primarie), il personale del dipartimento di prevenzione è intervenuto nei 5 istituti svolgendo tamponi complessivamente a 173 persone tra bambini, insegnanti e genitori, anche in questo caso tutti negativi.

Più nel dettaglio: in un istituto scolastico del portogruarese è stata rilevata una positività ed effettuati 41 tamponi; in due istituti del sandonatese sono stati rilevati due casi di positività ed eseguiti 37 tamponi; sono stati invece 2 i casi di bambini riscontrati positivi al coronavirus in un istituto di Meolo a seguito dei quali sono stati eseguiti 50 tamponi.
Infine in una scuola di Fossalta di Piave è stata riscontrata una positività ed effettuati 48 tamponi. Su questo fronte il dipartimento di prevenzione ha messo a disposizione un proprio tecnico che si rapporta quotidianamente con i referenti Covid degli istituti scolastici.

Case di riposo
Lo screening mediante tampone viene effettuato a cadenza mensile nelle RSA, sia agli ospiti che al personale.
Ad oggi sono circa 19 mila i tamponi eseguiti in questo contesto con risultati estremamente confortanti dato che, allo stato attuale, non è presente alcuna positività nella platea di circa 2200 persone (ospiti e lavoratori) delle case di riposo. In parallelo all’attività di screening, un team dell’Ulss4 fornisce con continuità supporto ai lavoratori delle RSA, nell’impiego dei dispositivi di protezione personale e in generale un supporto nella gestione delle misure per prevenire la circolazione del virus.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*