Spettacoli

Concerto all’alba per Federico Poggipollini, il chitarrista di Ligabue

Secondo appuntamento per la rassegna “Music & Taste of Sportland” nella Udinese Nimis, organizzata da The Groove Factory per scoprire alcune location del territorio degustando i prodotti tipici in compagnia di buona musica. 

Domenica 1 agosto, alle 05.45, in mezzo i vigneti di Nimis, il concerto all’alba di Federico Poggipollini, storico chitarrista di Ligabue, che propone in chiave acustica i brani del suo ultimo album solista “Canzoni Rubate”. 

In caso di maltempo il concerto è posticipato alle 7.00 all’Auditorium di via Giuseppe Garibaldi a Nimis. 

Prenotazione obbligatoria sull’App Eilo: http://goeilo.web.app

Il parcheggio si trova presso il campo sportivo di Via Plovert. Proseguendo per il sentiero segnalato si giunge al prato dove si svolge il concerto. A tutti gli spettatori verrà assegnata una porzione di terreno, distante almeno 1 metro da ogni altro partecipante in cui sedersi. 

Si consiglia di munirsi di coperte, plaid o stuoini per accomodarsi. 

È preferibile arrivare almeno 30 minuti prima dell’inizio del concerto.  

All’ingresso del concerto, saranno distribuiti dei box degustazione con prodotti delle “Strade del Vino e dei Sapori”, in collaborazione con PromoTurismo FVG.

Canzoni Rubate” più che un album è un progetto di ricerca e di grande amore nei confronti della musica, pensato e realizzato da Federico Poggipollini. 

Un omaggio alla musica composto da 17 brani: 9 cover, 1 inedito e 7 brani strumentali originali.

Le gran parte dei brani scelti sono risalenti soprattutto al decennio tra fine anni ’70 e fine anni ’80 e con un occhio di riguardo verso la scena progressive; selezionati dopo un lungo studio puntato sulla ricercatezza degli arrangiamenti e sulla vicinanza dei testi con i giorni nostri; composizioni ricche ed energiche rimaneggiate con cura e attenzione. 

Una selezione legata anche ai ricordi, da qui la scelta di “Varietà” di Gianni Morandi (brano scritto da Mogol e Mario Lavezzi ascoltato da Capitan Fede, cantato dallo stesso Lavezzi, durante il tour promozionale di “Bella Signora” in cui accompagnava Gianni Morandi), o al senso di appartenenza ad una città come Bologna rimettendo mano a “Il Chiodo” degli Skiantos (voluto omaggio a Feak Antoni), o “Città in Fiamme” brano del 1986 della band bolognese Tribal Noise in cui Federico suonava il basso. 

Il legame a Bologna diventa poi attuale con il feat. di CIMINI in “Monna Lisa” di Ivan Graziani.

In “Trappole” Capitan Fede suona un brano di Eugenio Finardi affiancato dallo stesso: “Una canzone dal ritmo incalzante. 

Tra la new wave e il punk anni 80. Il basso ipnotico con la batteria che suona nervosa e libera nei fill. 

Trappole il testo in una frase: la trappola in cui il cervello cade a causa di automatismi”.

Gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative Anti-Covid in materia di spettacoli dal vivo. 

Gli spettatori dovranno mantenere il posto a sedere assegnato e non potranno assistere al concerto in posti differenti o in piedi.

Info: info@thegroovefactory.it  www.facebook.com/thegroovefactorysnc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button