Treviso

Colpo alla Sme di Cessalto/Furgoni a bloccare le vie d’accesso, rampe per entrare e uscire dalla A4 ma il bottino è magro

Molto rumore per nulla… o quasi.
Colpo in grande stile, quello messo a segno intorno alle 4 della scorsa notte, da un nutrito commando che ha preso di mira il magazzino della Sme di Cessalto.

Bersaglio già “visitato” in passato dai furfanti e dunque attrezzato, nel frattempo con telecamere e allarme.
Sul luogo della razzia è poi arrivata in breve tempo la pattuglia dei carabinieri di Cessalto, cosa che ha disturbato l’opera di almeno 10 banditi entrati in azione con 7 furgoni e un’automobile.
Più di tutto però, a limitare i danni è stata la scelta di spostare dal Doc 33 i prodotti più costosi, come Tv, computer e smartphone, collocandovi invece accessori per la telefonia.
L’impressione è che questa scelta, frutto di un colpo precedente proprio a quella porzione di magazzino, abbia notevolmente limitato il bottino della banda.

Un gruppo ben organizzato, dicevamo: hanno agito almeno in 10, posizionando 6 furgoni rubati in Lombardia sulle vie d’accesso al magazzino, così da ostacolare l’intervento delle forze dell’ordine (i mezzi avevano le gomme bucate).
Sono entrati tagliando una rete di recinzione ed usciti dall’autostrada smontando il guard rail (il magazzino è vicinissimo alla A4) e piazzando delle rampe che agevolassero i furgoni.
Uno di essi, insieme ad’auto, ha poi garantito la fuga verso Trieste dei ladri.
Le immagini delle telecamere della A4 potranno probabilmente dire molto una volta visionate.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button