Friuli Venezia Giulia

Claut/69enne ruzzola per una 15ina di metri su un pendio: ferito ma salvo

Un sessantanovenne di Claut è stato soccorso in serata dai tecnici della stazione Valcellina del Soccorso Alpino. Poco prima dell’imbrunire l’uomo è caduto in bosco, non lontano dalla strada che dalla frazione di Lesis di Claut sale verso il Pradut, ruzzolando per una quindicina di metri lungo un pendìo.

Da qui, trascinandosi, è riuscito a raggiungere l’amico che si era fermato nei pressi di un rustico poco lontano: è stato l’amico a chiamare i soccorsi, dato che a quel punto, a causa delle contusioni e dei traumi riportati in tutto il corpo e dello sforzo compiuto per trascinarsi, l’uomo non riusciva più a proseguire e a raggiungere la strada.

I tecnici del Soccorso Alpino lo hanno raggiunto in una quindicina di minuti a piedi, l’hanno imbarellato e riportato a livello della strada dove ad attendere c’era l’ambulanza che lo ha condotto a Pordenone.
A Claut sono arrivati anche i Vigili del Fuoco.

Lieto fine anche per un secondo intervento, della stazione di Udine, per soccorrere una ottuagenaria che era andata a castagne nei boschi di Tarcento.

La figlia ha dato l’allarme non avendola vista rientrare per cena.
La donna è stata raggiunta dai tecnici della stazione di Udine dopo essere stata ritrovata anche grazie alla nipote che era andata nel frattempo a cercarla.

La donna è stata ritrovata in un punto di fitta vegetazione da cui non riusciva a muoversi, essendo calato il buio, dopo aver percorso alcuni sentieri ed essersene allontanata troppo prendendo una traccia in discesa poi diventata cieca.
Sul posto anche i Vigili del Fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button