Home -> Venezia -> Chioggia: Una persona arrestata e tre denunciate per spaccio di cocaina

Chioggia: Una persona arrestata e tre denunciate per spaccio di cocaina

Gli agenti del Commissariato di Chioggia hanno tratto in arresto per spaccio di stupefacenti un quarantenne di Chioggia con precedenti specifici, B.A.P., e denunciato per concorso nel medesimo reato C.J., di 37 anni, P.D. di 57 anni, e D.A.S., di 57 anni, tutti residenti a Chioggia.
Ieri nel tardo pomeriggio, in un controllo in via Pigafettoa, quartiere Piperno, ad alta frequentazione di assuntori di stupefacenti, gli agenti hanno controllato C.J., che si aggirava con fare sospetto nei dintorni di un condominio. L’uomo, fermato dai poliziotti, dopo un’iniziale ritrosìa, consegnava spontaneamente 6 dosi di cocaina che custodiva in un pacchetto di sigarette, probabilmente in vista di un’imminente consegna ad un acquirente.
Dopo un rapido accertamento, emergeva che C.J. era stato accompagnato sul posto della presunta consegna da P.D. e D.A.S., ai quali la sostanza era stata fornita dall’arrestato B.A.P. perché la consegnassero a C.J., che avrebbe dovuto effettuare materialmente la consegna.
Gli operatori della Polizia di Stato di Chioggia, senza indugio, avviavano una perquisizione di iniziativa presso l’abitazione di B.A.P., dove il medesimo viveva da solo in compagnia di 4 cani pit-bull.
Dopo aver spiegato al quarantenne chioggiotto le ragioni del controllo e placato il nervosismo degli animali, gli agenti procedevano alla perquisizione dell’abitazione di B.A.P., all’esito della quale rinvenivano altri 108 involucri di sostanza stupefacente, per un totale di quasi 70 grammi di cocaina, denaro contante per 1.160 €, materiale per il confezionamento e la pesatura, telefoni cellulari ed un taccuino-agenda.
Tutto quanto rinvenuto veniva sottoposto a sequestro penale, B.A.P. veniva tratto in arresto e le altre tre persone venivano indagate in state di libertà per concorso nel reato di spaccio.
Nell’udienza tenutasi nella mattinata odierna, l’arresto di B.A.P. veniva convalidato e ne veniva contestualmente disposta la custodia cautelare in carcere fino alla celebrazione del processo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*