Treviso

Chi è Carlo Nordio, il nome di Meloni per il Quirinale

Ex magistrato, ha rivestito anche il ruolo di Presidente della Commissione Ministeriale per la riforma del codice penale.
Carlo Nordio, il nome avanzato da Giorgia Meloni quale candidatura al Quirinale, è trevigiano, classe ’47, 75 anni il prossimo 6 febbraio.
Il suo nome è legato a molte, importanti inchieste degli ultimi 40 anni: Tangentopoli, Mose, le brigate Rosse venete.
Un nome, come dire, importante, pesante: se eletto al Colle, sarebbe il primo Presidente della Repubblica ad arrivare dal Veneto.

Magistrato dal 1977, è stato procuratore aggiunto di Venezia e titolare dell’inchiesta sul MOSE di Venezia, fu protagonista della famosa stagione di Mani pulite con la celebre inchiesta sulle cooperative rosse. Negli anni ottanta condusse le indagini sulle Brigate Rosse venete e sui sequestri di persona e negli anni novanta indagò sui reati di Tangentopoli. È stato consulente della Commissione Parlamentare per il terrorismo e presidente della Commissione Ministeriale per la riforma del codice penale. È andato in pensione nel 2017: fino ad allora, Procuratore aggiunto della Procura di Venezia.
Nordio è anche una “buona penna”: ha collaborato con quotidiani come Il Tempo, Il Messaggero e Il Gazzettino, oltre che scrittore a 4 mani con Giuliano Pisapia: insieme diedero alle stampe In attesa di giustizia. Dialogo sulle riforme possibili (Guerini e Associati).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button