Pordenone

Censimento camosci sul Piancavallo, uomo ruzzola da un pendio e si frattura braccio e bacino

Mentre era in corso il soccorso del ciclista caduto in Mountain bike vicino al Bornass, sempre dalla zona del Piancavallo è partita un’altra richiesta di soccorso per un cacciatore che, in compagnia di un collega, stava percorrendo i pendii del Cimon dei Furlani allo scopo di controllare e censire i camosci presenti.

L’uomo, 58 anni di Caneva, è scivolato sull’erba, ruzzolando per una quindicina di metri sui pendii ripidi e prativi presenti a quota 1600 metri procurandosi la frattura di un arto superiore e una sospetta lesione del bacino.

L’elisoccorso era ancora impegnato nel primo intervento e, dopo aver tentato di coinvolgere il Suem di Pieve di Cadore, anch’esso occupato a soccorrere su altro ciclista sotto le Tre Cime, è stato attivato l’elicottero della Protezione Civile.

A bordo sono stati caricati sei tecnici del Soccorso Alpino di Pordenone che hanno raggiunto il ferito e lo hanno sistemato nella barella.

A quel punto l’elisoccorso si è svincolato e, giunto sul posto, ha recuperato il ferito portandolo all’ospedale di Udine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button