Treviso

Castelfranco: salgono a 7 le vittime adescate sulle chat di incontri

I Carabinieri della Compagnia di Castelfranco Veneto hanno chiuso il cerchio sulle indagini che hanno portato al fermo di tre giovani che avevano tenuto sequestrato in un casolare di Vedelago un 50enne adescato in chat.
I fatti del 18 febbraio 2023, culminati con le accuse di rapina aggravata e sequestro di persona nei confronti dei 3 giovani, si sono arricchiti di ulteriori 7 episodi, occorsi con modalità del tutto analoghe, ai danni di altrettante vittime.

L’attività investigativa, originata dai gravi fatti di Vedelago, culminati con la liberazione, da parte dei Carabinieri, del 50enne immobilizzato all’interno del casolare, è proseguita con ulteriori approfondimenti, anche con riferimento alle piattaforme social utilizzate dagli indagati per contattare e intrattenere relazioni con le vittime.

Le investigazioni hanno così consentito di individuare ulteriori 7 vittime di diverse età e provenienze geografiche, che, tra i mesi di giugno 2022 e febbraio 2023, attirate in luoghi isolati situati tra i Comuni di Castelfranco e Vedelago, hanno subìto rapine con modalità del tutto analoghe a quelle dell’evento del 18 febbraio scorso, che ha portato all’arresto in flagranza di reato dei tre giovanissimi autori.

Soltanto 2 delle 7 vittime avevano avuto il coraggio di presentare denuncia, motivo per cui i militari dell’Arma hanno provveduto, di recente, alla convocazione presso gli uffici della Compagnia di Castelfranco delle altre 5 vittime identificate, le quali, rassicurate dagli operanti, hanno riferito utili circostanze sulle aggressioni subite.

La posizione dei tre giovani, si è ora ulteriormente aggravata, è al vaglio delle rispettive Autorità Giudiziarie.

Articoli correlati

Back to top button