Friuli Venezia Giulia

Cashback di Natale/Bond: “Troppe transazioni non registrate, il governo chiarisca”

«Il cashback di Natale non ha funzionato. Né per i cittadini, né per gli esercenti.
Se tra gli scopi c’era anche quello di favorire gli acquisti nei piccoli negozi a favore del commercio, direi che non è stato raggiunto.
Il governo chiarisca, in modo che capiamo se si può andare avanti con l’esperimento o se conviene ritarare il sistema».

Così in una nota il deputato di Forza Italia Dario Bond, che nei giorni scorsi ha presentato sul tema una interrogazione al ministro dell’economia.
«Il cashback sperimentale di Natale è terminato il 31 dicembre e, a causa dell’impossibilità di registrare carte di credito e bancomat sull’app IO per molti giorni fuori uso a seguito delle numerose richieste, in molti non hanno potuto beneficiare a pieno dell’iniziativa, senza contare le difficoltà di natura burocratica a cui sono andati incontro gli esercenti che hanno provato ad aderire.

Inoltre, come denunciato dall’associazione Consumerismo No Profit, sembrerebbe che, nonostante l’avvenuta registrazione sull’app, molti consumatori non abbiano visto acquisite le loro transazioni elettroniche e di conseguenza non sono riusciti a raggiungere la soglia minima di dieci transazioni necessaria per accedere al rimborso.

Un problema che purtroppo si è verificato spesso nelle procedure informatizzate per l’accesso a benefici o programmi di aiuto attivati dal governo.
Penso per esempio ai diversi “click-day”, sempre o quasi a scapito dei cittadini.
Chiedo quindi che il governo chiarisca i motivi del malfunzionamento, in modo da evitare nuovi disservizi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button