Venezia

Caorle/La Fiera dell’Alto Adriatico slitta ad aprile

Grande senso di responsabilità, ma anche ferma convinzione che la manifestazione si possa e si debba fare, per il bene del turismo. Con questa certezza, il presidente di Expo Caorle, Raffaele Furlanis, ha comunicato oggi l’intenzione di confermare la Fiera dell’Alto Adriatico, ma di slittarne la data.
Non più, quindi, dal 13 al 16 febbraio, ma dal 3 al 6 aprile, sempre al Palaexpomar di Caorle.

“Questo è il momento di fare tutti la propria parte per frenare l’ascesa della curva dei contagi – ha spiegato Furlanis – per cercare di uscire quanto prima da questa difficile situazione sanitaria.
Con grande senso di responsabilità, sentiti i partner organizzativi, ovvero l’Associazione Jesolana Albergatori e l’amministrazione comunale, si è deciso di spostare la data dell’evento di qualche settimana.
Spostare e non annullare: perché il turismo ha bisogno anche di eventi come questo e la Fiera dell’Alto Adriatico rappresenta una grande vetrina per i nostri imprenditori e un altro motivo per fare conoscere le eccellenze del turismo balneare del nostro territorio. Ringrazio tutti i nostri collaboratori per l’impegno che ci stanno mettendo anche in un momento non semplice come questo.
Così come ringrazio le aziende che già si erano avvicinate all’evento, per la comprensione e il forte appoggio a questa decisione”.

La Fiera dell’Alto Adriatico numero 51 si terrà, dunque, dal 3 al 6 aprile 2022, al Palaexpomar di Caorle.
Sarà organizzata con la collaborazione dell’Associazione Jesolana Albergatori ed il patrocinio della regione del Veneto. “La Fiera dell’Alto Adriatico – ha commentato il presidente Aja, Alberto Maschio, che è anche coordinatore di Federalberghi Spiagge Venete – è stato il primo, concreto, esempio di collaborazione tra colleghi della costa veneta, in pratica il precursore di realtà divenute importanti come Venice Sands e la Conferenza dei Sindaci della costa. Ed è proprio grazie a questa forte intesa tra colleghi ed associazioni, che è possibile ripetere iniziative così importanti, anche in momenti di incertezza e difficoltà come quelli che stiamo vivendo”.

La Fiera dell’Alto Adriatico abbraccia i settori merceologici di: attrezzature, arredamento, tecnologie e forniture, alimentazione bevande e servizi. Rivolta a: hotel, ristoranti, pizzerie, trattorie, bar, enoteche, pasticcerie, gelaterie, agriturismo, stabilimenti balneari, campeggi, pubblici esercizi.
Organizzati, come di consueto, dei momenti di incontro e confronto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button