Home -> Venezia -> Caorle/In carcere i pusher da 100 mila euro di droga l’anno

Caorle/In carcere i pusher da 100 mila euro di droga l’anno

Nel maggio scorso erano stati entrambi pizzicati dai Carabinieri di Caorle mentre vendevano droga ad un giovane del paese.
A distanza di qualche mese e dopo le indagini di rito, stamani sono finiti tutti e due dietro le sbarre.

Si tratta di H.H., 29enne domiciliato a Jesolo, e H.K.40enne di Eraclea, entrambi tunisini, gravemente indiziati di detenzione e spaccio di cocaina, hashish e marijuana.

I militari della Stazione guidati dal Maresciallo Maggiore Lambiase e coordinati dal dott. Federico Baldo, Sostituto Procuratore presso la Procura di Pordenone, hanno appurato che i due avevano dato vita ad una considerevole e capillare attività di spaccio lungo il litorale Veneziano, in particolare a Jesolo e Caorle.

Un centinaio, le persone sentite dai Carabinieri, di cui una sessantina clienti abituali dei due, consumatori sistematici di droghe.
Spesso con imbarazzo, hanno tutte ammesso di acquistare dai due tunisini lo stupefacente, sicuri di trovare cocaina, hashish e marijuana.

Dagli inizi del 2017 al maggio 2019, i militari hanno così ricostruito oltre 3000 cessioni di stupefacente, per un quantitativo stimato in circa 1,5 Kg di cocaina e 2,5 Kg tra hashish e marijuana.

Uno smercio di droga che, tenuto conto dell’attuale prezzo di mercato di tali stupefacenti, restituisce un giro di affari di circa 180.000 euro.
Cifra di tutto rilievo.

Sulla scorta dei risultati delle indagini, il G.I.P dott. Rodolfo Piccin ha emesso i due provvedimenti restrittivi, spedendo la coppia in carcere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*