Venezia

Caorle/Il sindaco medita di allargare il Palaexpomar

Prevedere un nuovo padiglione.
Di più: allargare il PalaExpomar.
E’ molto più di una suggestione, quella che emerge all’indomani della conclusione della Fiera dell’Alto Adriatico numero 50.

Un’edizione che ha ottenuto grandi consensi, da tutti i punti di vista.
Quasi settemila gli imprenditori che hanno varcato le soglie della struttura, quindi persone direttamente interessate a contattare uno dei 120 espositori, in rappresentanza di 350 marchi.

“Un grande successo, che ha premiato gli sforzi per rendere questa Fiera ancora di più un punto di riferimento per il turismo del NordEst”, è stato il commento del presidente di Venezia Expomar Caorle, Raffaele Furlanis.

Successo che era stato sancito fin dalla vigilia con l’organizzazione “costretta” ad aumentare gli spazi espositivi, con la realizzazione di un padiglione di 1.200 metri quadrati, che sono andati ad aggiungersi ai 5mila del PalaEpomar.

“Direi un’ottima riuscita anche quest’anno ed una ulteriore crescita – ha commentato il sindaco Luciano Striuli – a conferma del trend positivo registrato negli ultimi tre anni.
Oltretutto è aumentata ancora di più la qualità degli stand espositivi.
I numeri sono enormi.
Ho sentito i vari standisti e tutti mi hanno riferito di avere avuto dei buoni risultati.
La qualità è sotto gli occhi di tutti.
Poi, con l’ampliamento e la possibilità di mettere in quello spazio gli stand enogastronomici e lo show cooking, abbiamo fatto ancora una cosa in più per offrire un altro servizio”.

Ottimo anche il riscontro dei convegni.
“Con ieri sono stati organizzati ben 44 convegni.
A quelli cui ho partecipato io, la sala era sempre piena. Molto probabilmente sono stati organizzati con delle tematiche tarate sulle aspettative degli operatori”.

Il sindaco prende in considerazione la possibilità di aumentare ulteriormente gli spazi espositivi.
“Si può valutare certamente la possibilità di un ulteriore padiglione, magari ricavato sul parcheggio esterno, valutandone la gestione anche in termini di viabilità e sicurezza.
Ricordo, però, che la vecchia convenzione Expomar prevedeva, oltre a costruire questo corpo di fabbrica, la cubatura per fare un altro copro, un po’ più piccolo di questo, qui a fianco. Quindi, a medio termine, per valutare il trend positivo, si può prevedere fin da subito un ulteriore padiglione e se, come auspichiamo, la crescita sarà confermata, dovremo ragionare sul fronte di un allargamento del PalaExpomar, in previsione dei prossimi venti, trent’anni di Fiera”.

La Fiera dell’Alto Adriatico è organizzata da Venezia Expomar Caorle, Associazione Jesolana Albergatori, comuni di Caorle e Jesolo.
“Ancora una volta – commenta il presidente Aja, Alberto Maschio – la Fiera si rivela un momento proficuo di incontro, ma anche formativo e di approfondimento su tematiche che interessano il mondo del turismo.
Considerato il trend positivo, registrato anche in questa edizione, auspichiamo che il sindaco dia seguito a questa possibilità di ampliamento, che Aja accoglie con favore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button