Home -> Pordenone -> Candidatura di Pordenone per il Trofeo Scacchi Scuola 2020

Candidatura di Pordenone per il Trofeo Scacchi Scuola 2020

Nel corso della conferenza stampa in Municipio è stata presentata la candidatura di Pordenone quale sede per ospitare le fasi finali nazionali del Trofeo Scacchi Scuola 2020.
“Sosteniamo questa iniziativa – ha commentato il sindaco Alessandro Ciriani – per le sue ricadute economiche, turistiche e culturali , per gli aspetti formativi degli studenti e per la promozione delle eccellenze del nostro territorio. Sappiamo che i competitor sono agguerriti ma noi ci metteremo le nostre potenzialità economiche, organizzative e diplomatiche, l’entusiasmo e la passione per ottenere la candidatura”.

Siamo in fase di presentazione con solide credenziali – ha aggiunto l’assessore allo sport Walter De Bortoli – e all’atto dell’auspicata assegnazione coinvolgeremo i colleghi assessori di giunta che si occupano di cultura, turismo e commercio per formare una squadra coesa e motivata.

L’ obiettivo – ha chiosato Ivo Mozzon presidente dell’associazione l’ASD Scacchistica Pordenonese che si candida ad ospitare l’evento – mira a promuovere il gioco degli scacchi tra gli studenti ed i giovani nelle nostre realtà. A questo sport sono infatti riconosciuti meriti in ordine al miglioramento delle capacità di studio e di concentrazione. E’ significativo far conoscere ed apprezzare le sue eccellenze in un contesto del tutto particolare tenuto conto che i partecipanti provengono dal mondo della scuola.”

La proposta di Pordenone rappresenta una novità nel panorama delle candidature che giungono sul tavolo della Federazione Scacchistica, generalmente provenienti da località prettamente turistiche e che, proprio per questa loro caratteristica, poco o nulla lasciano sul territorio ospitante in termini di promozione del gioco degli scacchi.

La candidatura di Pordenone, viceversa, si innesta in una città dalla forte presenza studentesca con 8 istituti superiori, un polo universitario, una offerta culturale e sportiva di tutto rispetto. Pordenone, sarà quindi in grado, grazie anche alla grande attenzione che rivolge al mondo sportivo, di far si che i partecipanti si sentano graditi ospiti e protagonisti durante il loro soggiorno. Nel progetto infatti sono previste escursioni alla scoperta di Pordenone, delle sue attrattive culturali, dei suoi musei, e del suo territorio circostante.

La sede proposta è il complesso fieristico di Pordenone Fiere, nel padiglione 5 l’area di gioco in grado di predisporre ben 880 scacchiere per un totale di 1760 giocatori e nel 6 le sale analisi, gli spazi arbitri e la logistica. Solo a titolo di raffronto, il più importante torneo italiano in termini di partecipanti, che si tiene annualmente a Spilimbergo, ha ospitato nell’edizione di quest’anno 360giocatori.

A fine settembre il Consiglio Federale della FSI si pronuncerà sull’ammissibilità delle candidature pervenute e poi a fine ottobre il Consiglio definirà l’assegnazione. In caso di esito positivo la manifestazione si terrà da giovedì 7 maggio a domenica 10 maggio 2020.

In conferenza stampa sono intervenuti, Marina Brunello campionessa olimpionica e italiana il pordenonese Giulio Borgo maestro internazionale di scacchi, Matteo Santarossa in rappresentanza del Coni Regionale e Sergio Lucchetta del Consorzio Pordenone turismo secondo cui l’assegnazione del Trofeo a Pordenone, per cui si sta lavorando, porterebbe in città 3000/3500 persone per un totale di 10.000 pernottamenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*