Friuli Venezia GiuliaVeneto

Buone nuove/Dal 16.6 l’Austria riapre la frontiera

Dal prossimo 16 giugno l’Austria riaprirà la frontiera con il nostro paese.
Lo ha comunicato oggi ufficialmente il ministro degli esteri di Vienna, Alexander Schallenberg.

“Un’altra boccata d’ossigeno per il settore turistico” commenta l’assessore al turismo del Veneto.

Secondo Federico Caner, la riapertura è il risultato delle innumerevoli sollecitazioni che, anche insieme agli altri colleghi assessori regionali al turismo, sono state rivolte al Governo e soprattutto ai ministri competenti.

Dopo il via libera dato agli aeroporti veneti, ora anche i collegamenti via terra torneranno dunque alla normalità.
Nei prossimi giorni l’Assessore presenterà un consistente piano di promozione regionale, per cercare di far mantenere al Veneto il ruolo conquistato negli anni nei mercati turistici internazionali.

Soddisfatto anche il Governatore del Friuli Venezia Giulia.
Massimiliano Fedriga ringrazia anzi il presidente della Carinzia Peter Kaiser per aver evidenziato come la battaglia portata avanti dalla Regione Friuli Venezia Giulia attraverso Euregio sia stata determinante per la riapertura del confine austriaco con l’Italia”.

Alla riunione in questione ha presenziato anche il vicepresidente veneto Gianpaolo Bottacin.

Il governatore del Friuli Venezia Giulia ha evidenziato come le tre Regioni contermini non si limitino ora a salutare la riapertura del confine, ma si accingano a rafforzare la mutua collaborazione. “
Puntiamo a favorire l’incontro tra tutte le realtà produttive della nostra regione, del Veneto e della Carinzia e questo sentire comune e questa intesa – ha riferito Fedriga – si tradurranno in un evento Euregio in programma in Friuli Venezia Giulia che avrà il compito di elaborare un piano condiviso con lo scopo di affrontare e superare la crisi economica conseguente alla pandemia”.
Il forum avrà tra i temi cardine il turismo, la digitalizzazione con particolare riguardo alla cybersecurity e la filiera del legno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button