Venezia

Bibione in lutto/Si toglie la vita a 48 anni

Bibione è sconvolta per le disgrazie delle ultime 48 ore.
Oltre al 58enne dipendente della Bibione Spiaggia, si registra purtroppo un’altra vittima di un gesto estremo, un uomo di 48 anni residente in viale dei Ginepri trovato deceduto sotto il cavalcavia, su una strada provinciale in comune di Fossalta di Portogruaro.

La Polizia del Commissariato di Portogruaro sta svolgendo indagini e a tal proposito ha acceso le luci sul rapporto di lavoro che l’uomo aveva in essere con una cooperativa del posto.

Secondo indiscrezioni che andranno confermate, al bibionese era stato comunicato che lunedì sarebbe stato il suo ultimo giorno di lavoro.
All’interno della macchina del deceduto, individuata poco distante dal luogo in cui si è tolto la vita per impiccagione, c’era un seggiolino.

Per un attimo i poliziotti hanno temuto che si trovasse anche il piccolo, ma fortunatamente era da un’altra parte. Non sono stati trovati biglietti d’addio ma gli agenti hanno recuperato il contratto di lavoro, scoprendo che l’uomo era stato assunto a tempo indeterminato ancora diverso tempo fa.
La Procura di Pordenone ha ritenuto sufficienti gli elementi fin qui raccolti dalla Polizia e ha quindi rilasciato il nulla osta per permettere ai familiari di organizzare i funerali.

Il 48enne era originario della Toscana e conduceva a Bibione una vita riservata.
Da Arezzo è sopraggiunto il fratello, agente della Guardia di Finanza.
Il Comune di San Michele poche settimane fa aveva pianto un’altra vittima del male di vivere, un ragazzo di appena 18 anni.

Se pensi di avere bisogno di un aiuto psicologico:
Telefono Amico 199.284.284
Telefono Azzurro 1.96.96
De Leo Fund 800.168.678

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button