Venezia

Bibione capitale italiana della footbike

L’hanno definita “l’anello mancante della mobilità urbana”.
Un nuovo modo di muoversi all’aria aperta, utilizzando un mezzo che è al tempo stesso semplice, pratico, divertente ed ecologico.
La footbike è nata a metà degli anni ’90 in Finlandia e la sua finalità era essenzialmente sportiva: diventare un mezzo d’allenamento alternativo per gli atleti dello sci di fondo, dal quale deriva la spinta alternata con entrambe le gambe. La Footbike infatti è bicicletta senza pedali e senza sella: ha un pianale dove si sta in piedi.

Oggi, oltre un quarto di secolo dopo, questa strana bicicletta con ruote e freni, ma senza pedali, sella, cambio e catena, è diffusa un po’ il tutto il mondo e anche in Italia, dal 2020, esiste una federazione – la FIFB, Federazione Italiana Footbike – che ne promuove l’uso e la diffusione.

La stagione della footbike vivrà a Bibione due momenti particolarmente significativi. Sabato 21 maggio (ore 11, sala convegni della Delegazione Comunale, via Maja 84) nel contesto di un weekend dedicato alla disciplina, comprendente anche un raduno degli atleti di livello nazionale e un corso per tecnici specialisti, sarà presentato il progetto “Autista Footbike”, iniziativa sostenuta dalla FIFB in collaborazione con il Comune di San Michele al Tagliamento e il Consorzio di Promozione Turistica Bibione Live, che promuove la pratica della footbike da parte dei bambini autistici.

La località balneare veneziana è la prima destinazione turistica inclusiva d’Italia, grazie ad un percorso iniziato nel 2018 che prevede un impegno pluriennale (ancora in corso) con la consulenza di Village for all, applicando il protocollo Destination4All finalizzato a rendere accessibili e inclusive le destinazioni turistiche.
Proprio in ragione di tali propositi, l’amministrazione comunale di San Michele al Tagliamento ha condiviso il progetto “Autista Footbike” che FIFB ha proposto in partnership con l’ente di promozione sportiva AICS, con l’auspicio di poter replicare anche in futuro eventi che si sviluppino in un’ottica inclusiva.

Bibione tornerà poi ad essere capitale, non solo italiana, della footbike, il 22 e 23 ottobre, quando in città si svolgerà il campionato nazionale AICS, rassegna che prevede gare su distanza sprint (fino agli 800 metri) e su media e lunga distanza (10 e 21 km), abbinate alla prestigiosa tappa finale di Eurocup, l’appuntamento continentale della disciplina.

La “due giorni” del 22 e 23 ottobre si aprirà con il convegno “Sport, turismo, inclusione, sostenibilità” e comprende anche tour guidati in footbike, aperti al pubblico, e iniziative finalizzate a promuovere i prodotti del territorio grazie alla collaborazione della Coldiretti. Bibione si prepara per una stagione con un mare di sport e la footbike sarà tra le discipline regine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button