Pordenone

Bei soggetti/Finisce in carcere il 34enne che picchiò a sangue la ex fidanzata

Stamani, gli agenti della Squadra Mobile di Pordenone hanno rintracciato P.A., 34enne pordenonese, destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione.

P.A. deve infatti scontare una condanna a 2 anni, 7 mesi e 17 giorni di reclusione frutto di un cumulo di sentenze oggi definitive, legate a reati commessi tra il 2011 ed il novembre del 2018 tra Caneva e Sacile.
Il 34enne era stato arrestato in flagranza di reato nel febbraio 2011, durante il furto notturno del registratore di cassa di un bar di piazza XXX Ottobre a Caneva.

E ancora, nel tempo si è reso responsabile di altri reati contro il patrimonio e contro la persona perpetrati a Sacile, ai danni di centri commerciali, sino all’ultima condanna nell’ottobre del 2018.

Quest’ultima legata ad un gran brutto episodio.
L’uomo picchiò infatti violentemente la ex fidanzata, colpendola con pugni al viso, tanto da procurarle un trauma cranico e la frattura delle ossa nasali.
Stamani la Giustizia gli ha presentato il conto: il 34enne è stato condotto alla Casa Circondariale di Pordenone, dove sconterà la condanna a 2 anni e 7 mesi per i reati commessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button