PordenoneTreviso

Bcc Pordenonese e Monsile: soci approvano bilancio. Stanziati 700 mila euro per beneficenza tra cui 2 pick-up per Protezione Civile di Pordenone e Treviso

L’assemblea dei soci di BCC Pordenonese e Monsile ha approvato, senza nessun voto contrario, i risultati di bilancio dei due istituti presentati, per l’ultima volta, ancora in forma non aggregata.

Le due banche, che da gennaio 2020 operano già all’unisono, hanno generato un utile complessivo di 9,2 milioni di euro, che andranno a rafforzare il patrimonio della banca a sostegno delle attività sul territorio.
La banca vanta un attivo complessivo di oltre 2,5 miliardi di euro e la raccolta diretta aggregata supera i 2,1 miliardi di euro, il patrimonio ammonta a 186 milioni di euro, cui si affiancano indici di bilancio performanti (CET-1 Ratio del 13,61%; NPL ratio lordo del 8,22%).
Nel 2019 sono stati realizzati investimenti per oltre 2,6 milioni di euro in particolare per potenziare la dotazione tecnologica dell’istituto e il credito complessivo erogato alle imprese ammonta a 146 milioni, mentre quello alle famiglie arriva a 103 milioni con un incremento del 20% rispetto all’anno precedente, segno tangibile della capacità dell’istituto di supportare il territorio e le famiglie di Veneto e Friuli Venezia Giulia nella realizzazione di nuovi progetti e iniziative.

All’assemblea, che si è tenuta nel rispetto delle distanze nella grande sala consiglio ad Azzano Decimo (PN), hanno preso parte i vertici dell’istituto con il Presidente Antonio Zamberlan e il Vice Presidente Walter Lorenzon assieme al Direttore Generale Gianfranco Pilosio, i membri del Consiglio di Amministrazione, il collegio sindacale e il notaio Gaspare Gerardi, Rappresentante Designato in Assemblea, depositario delle deleghe e degli indirizzi di voto dei soci.

I soci hanno inoltre approvato di destinare parte dell’utile della banca, oltre 700 mila euro, a opere di beneficienza e al sostegno alle associazioni di Friuli Venezia Giulia e Veneto, nel pieno spirito mutualistico che ispira da sempre l’operato delle due Banche di Credito Cooperativo.

In particolare, 90 mila euro saranno impiegati per l’acquisto di 2 nuovi pick-up che saranno donati agli operatori della Protezione civile di Pordenone e di Treviso.

Ulteriori 10 mila euro sono poi stati destinati alla raccolta fondi promossa da Federcasse e Iccrea Banca, in coordinamento con il Ministero della Salute, per rafforzare le Unità di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali e per l’acquisto di apparecchiature mediche.

I restanti 600 mila euro saranno invece distribuiti sui territori, grazie all’attività coordinata dai Consiglieri di Amministrazione componenti la Commissione Sociale della Banca.
Verrà riservata, in questa attività, una particolare attenzione al territorio trevigiano, per recuperare il ruolo che in passato la Bcc di Monastier e del Sile aveva, e che la nuova compagine desidera rinnovare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button