Veneto

Basket in carrozzina/La Millenium ad un passo dall’impresa

Gli applausi scroscianti e convinti del pubblico al termine della gara dicono tutto della straordinaria prova – la più convincente della stagione – regalata sabato 22 febbraio 2020, al palasport amico di Piombino Dese, nel match valevole per la quarta giornata di ritorno del campionato di pallacanestro in carrozzina di serie A, dalla Studio3A Millennium Basket, che ha giocato alla pari, se non meglio, con i campioni d’Italia e attuali battistrada della Santo Stefano Avis: alla fine Padova si è dovuta arrendere, ma sulla sconfitta ha pesato una contestata decisione arbitrale che a tre minuti e mezzo dalla sirena ha spezzato l’equilibrio a favore degli ospiti e che ha lasciato molte recriminazioni e l’amaro in bocca ai padroni di casa.

A una squadra più esperta, fisicamente fortissima e che pressa in modo asfissiante in ogni zona del parquet, gli uomini di Nardo hanno opposto una difesa altrettanto aggressiva, costringendo in più di una circostanza gli avversari a forzare le conclusioni, e soprattutto una pallacanestro spettacolare fatta di assist di prima, “tagli”, penetrazioni, coraggio nei tiri e in alcuni casi veri colpi da Nba, come un canestro all’indietro di Bargo. Una serata magica in cui tutto riusciva a meraviglia e tutti si sono espressi ad altissimi livelli, con citazione d’obbligo per Boughania, autore di ben 27 punti tra cui due triple da urlo.

Ne è uscita una gara equilibratissima in cui il divario in graduatoria non si è proprio visto, giocata punto su punto, con la Studio3A che ha risposto colpo su colpo, che si è trovata in più occasioni davanti e lì lì per scappare e con i blasonati marchigiani che nei momenti topici sono stati “tenuti a galla” da un fuoriclasse come Ruiz, top scorer con 29 punti comprese, anche per lui, due bombe da tre.

Incollati alla capolista alla fine del primo quarto (18-18) e sotto di 4 all’intervallo lungo (31-35), i patavini si sono superati nel terzo periodo, chiuso avanti di 4, agganciando e superando gli uomini di Ceriscioli. Anche l’ultimo, appassionante quarto è stato caratterizzato da sorpassi e controsorpassi, ma a 3’30’’ dalla sirena l’arbitro ha sanzionato un molto discutibile fallo antisportivo a capitan Bernardis, che ha protestato, vedendosi fischiare per tutta risposta prima un tecnico e poi anche l’espulsione. Con la conseguenza che la Santo Stefano è potuta andare in lunetta per cinque volte di fila mettendo dentro tutti i liberi, e il match di fatto si è chiuso qui. Peccato perché la Studio3A Millennium Basket avrebbe meritato di più, quanto meno di giocarsela fino alla fine.

Con questa sconfitta Padova, che resta sesta, è matematicamente destinata a disputare i play-out, ma la prestazione fornita contro i campioni d’Italia fa ben sperare per il prosieguo del torneo, a partire dalla difficilissima trasferta di sabato 29 febbraio, dalle 20, al Pala Mura di Porto Torres, con la seconda in classifica: una trasferta “doppia” perché domenica 1 marzo, dalle 11, anche la formazione giovanile della Studio3A Millennium Basket, le Iene, campione d’Italia in carica, che nel weekend ha riposato, sarà impegnata con i pari età sardi nella gara valida per la seconda giornata di ritorno del girone A del campionato nazionale di categoria.

CAMPIONATO DI BASKET IN CARROZZINA DI SERIE A, 4. GIORNATA DI RITORNO
STUDIO3A MILLENNUM BASKET – SANTO STEFANO AVIS 67-75

Parziali: 18-18, 13-17 (31-35), 23-15 (54-50), 13-25.

STUDIO3A MILLENNUM BASKET: Boughania 27, Bargo 12, Diene 10, Casagrande 8, Raourahi 4, Bernardis 4, Scandolaro 2 All. Nardo.

SANTO STEFANO AVIS: Ruiz 29, Bedzeti 20, Tanghe 14, Ghione 5, Gray 5, Giaretti 2 All. Cerisciolii

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button