Pordenone

Autocertificazioni Covid 19/Denunciati in 7 nel pordenonese

Da lunedì, la Polizia sta effettuando controlli a campione su quanti viaggiano, si spostano da una città all’altra, nonostante le norme anti coronavirus in vigore.

Finora sono stati 221 i controllati e, và detto, la stramaggioranza è risultata in regola, in movimento cioè per uno dei motivi plausibili per il provvedimento.

Non così per 7 persone.

Si tratta di un goriziano che ieri mattina si era recato in un’officina meccanica di Pordenone per un contenzioso relativo all’acquisto di un’auto: faccenda che, è chiaro, si poteva rinviare a tempi migliori.

Il caso più eclatante ha visto protagonista un ragazzo sacilese che si era recato a Pordenone per acquistare una play station: probabilmente la sua idea di #iostoacasa … e me la godo.

Ancora, le Volanti hanno segnalato un uomo proveniente dal gruarese controllato due volte nello stesso giorno.

Al mattino, quando aveva dichiarato di dover consegnare dei documenti per una richiesta di lavoro, ma poi di nuovo in piena notte, intorno alle 2, all’esterno di un bar, ancora in città.

Le altre persone denunciate, rintracciate sempre in città e provenienti da altri comuni della Provincia (Spilimbergo, Cordenons), non hanno saputo dare giustificazioni in ordine ai loro spostamenti, ed è quindi scattata la denuncia.

Attenzione: la Questura verifica l’autocertificazione, ad esempio contattando le aziende indicate dalle persone controllate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button