Pordenone

Auto di nuova generazione/I pompieri si adeguano

I Vigili del Fuoco di Pordenone, in collaborazione con il Consorzio Universitario di Pordenone e gli esperti di settore del Corpo Nazionale dei Comandi di Venezia e Treviso, ha organizzato nei giorni 21 e 22 scorsi, presso le strutture messe a disposizione dal Consorzio Universitario di Pordenone, una serie di seminari sulla gestione del soccorso in scenari di incidenti stradali in cui siano coinvolti mezzi di nuova generazione (alimentazioni, ibride, a GPL e gas metano liquido, ecc.).

Nei due appuntamenti l’argomento è stato affrontato con attività seminariali teoriche e pratiche, affinché i soccorritori, tra cui anche il personale del soccorso sanitario 118, sappia impiegare le più corrette modalità d’intervento non solo per conseguire maggiori risultati, ovvero soccorrere meglio i cittadini, ma anche tutelare se stessi dalle problematiche indotte proprio dalle nuove tecnologie.

pompieri a lezione

La mattina ha visto alternarsi, presso un’aula del Polo Universitario di Via Prasecco, il Team di esperti che ha trattato la parte teorica, nel pomeriggio, invece, gli stessi esperti hanno svolto la parte pratica presso l’area dell’ex caserma “Monti”, facendo conoscere e provare nuove tecniche e attrezzature di soccorso ai soccorritori presenti.

Molti i punti trattati: incidente e incendio stradale, rischi connessi ai veicoli di nuova generazione (elettrici, ibridi, CNG, LNG, GPL e Idrogeno), gestione dell’intervento, utilizzo delle Schede Di Soccorso, stabilizzazione dei veicoli e tecniche di estricazione e decarcerazione.

…sul campo!

Tutti questi argomenti sono stati sviscerati e portati a conoscenza non solo del personale del Comando di Pordenone, ma anche ai colleghi di Gorizia, Udine, Trieste e della base USAF di Aviano, oltre che al personale della Polizia Stradale e a infermieri e medici del 118 che quotidianamente collaborano nei servizi di soccorso.
Alle due lezioni hanno partecipato oltre 150 soccorritori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button