Venezia

Assaltano il Famila di Campagna Lupia. Poco dopo vengono arrestati dai carabinieri. 3 finiscono in carcere e 1 ai domiciliari

Nella serata di ieri, i carabinieri del Provinciale di Venezia, in particolare delle Compagnie di Mestre e Chioggia, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Venezia, hanno arrestato 4 persone, a seguito di una rapina avvenuta, poco prima alle 18:15 ai danni del supermercato Famila di Campagna Lupia (VE).

Due soggetti sono entrati con il volto coperto da mascherina e cappellino e minacciando le cassiere con una pistola ed un’arma lunga, puntando la pistola al viso di una di queste, e si sono fatti consegnare l’incasso, pari circa a 1.400€, per poi dileguarsi a bordo di uno scooter.

Negli ultimi mesi si sono verificate numerose rapine ai danni di supermercati nella zona della Riviera del Brenta e di Mestre, per questo sono stati messi in atto numerosi servizi antirapina, in orario tardo pomeridiano.
E ieri hanno dato i loro frutti.

Quaranta minuti dopo il fatto, i carabinieri della Stazione di Vigonovo hanno intercettato alcuni soggetti a bordo di un’auto ove seguito di perquisizione, sono stati rinvenuti il denaro contante asportato poco prima e 50 munizioni cal. 9 parabellum.
I successivi accertamenti condotti dai carabinieri della Compagnia di Mestre, della Tenenza di Dolo e della Stazione di Campagna Lupia, hanno permesso di rintracciare il probabile nascondiglio dove era stato riposto lo scooter e le armi utilizzate per la rapina presso l’abitazione a Campagna Lupia di un complice con dei precedenti.

In particolare sono stai ritrovati il motociclo, oggetto di furto denunciato lo scorso gennaio a Favaro Veneto, e le armi, un fucile a canne mozze, con matricola abrasa e 5 cartucce inserite cal. 12 a pallettoni e una pistola scacciacani con colpi a salve e priva di tappo rosso.
Sono stati individuati anche i caschi ed il materiale usato per la rapina, come delle mascherine indossate da uno dei rapinatori, un passamontagna e gli indumenti usati poco prima, tutto sottoposto a sequestro.

I 4 soggetti sono stati tutti arrestati per i reati di rapina aggravata in concorso, detenzione di arma clandestina, detenzione abusiva di munizioni, porto illegale di arma e ricettazione.
Tre di loro sono stati tradotti in carcere ed uno agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button