Treviso

Asolo/Teatro pieno per la sfilata delle guerriere

Sold Out e tanta emozione per la terza edizione de: La forza in Passerella”; dopo Monastier e Treviso, sabato scorso è stata la volta di Asolo.
Al Teatro Duse, 42 donne dai 28 ai 73 anni delle Associazioni “Akea Rosa”, “Cafè Coraggio”, “Lilt Stella Polare” e “Trifoglio Rosa” di Mestre hanno portato in scena tutta la loro femminilità mai persa nonostante la malattia del tumore al seno.

La manifestazione ha visto il patrocinio dell’Aulss 2, della Provincia di Treviso dei comuni di Asolo e di Monastier ed è stata organizzata dall’associazione “Un giro in Piazza” e dal Presidio Ospedaliero “Giovanni XXIII” di Monastier punto di riferimento per la diagnosi e cura del tumore al seno.

Coinvolte nell’evento anche le realtà commerciali del territorio che anche in questa occasione hanno offerto i propri abiti alle modelle speciali.
Non è stata la solita sfilata dove i brand presentano i loro capi indossati da modelle statuarie che però devono restare invisibili, ieri sera la protagonista è stata la donna che a prescindere dalla propria fisicità ha trovato l’abito giusto dimostrando a tutto il pubblico la propria “vera” bellezza.

42 modelle che hanno affrontato il percorso della diagnosi e cura del tumore al seno.
Alcune ancora in terapia.
“Ci hanno dato una lezione di Vita, una lezione di Sorellanza! – ha commentato Giuliana Menegaldo di “Un giro in piazza” -. Non hanno messo in scena una spettacolo ma un dono per le loro squadre di supporto, per i loro compagni di viaggio, per chi è sempre stato al loro fianco. Ho visto mariti piangere, figli commuoversi, madri fiere, amiche e amici onorati di esserci e medici lieti. A noi organizzatori l’onore e il piacere di averle aiutate a realizzare tutto questo!”

E’ stata una serata emozionante. Un intero teatro si è alzato in piedi per applaudire queste modelle speciali.
“Ci hanno trasmesso la loro forza, la loro energia e ci hanno dimostrato che con il coraggio la malattia si può vincere – ha commentato Matteo Geretto Organizzatore del “Giovanni XXIII” di Monastier sul palco ieri sera con il dottor Bernardino Spaliviero, il dottor Roberto Busolin e il dottor Pasquale Piazzola, della brest unit del Presidio Ospedaliero.

Questa sera hanno dato un vero e proprio schiaffo alla malattia e hanno dimostrato tutta la loro bellezza e femminilità ritrovata. Tutto ciò è stato fantastico e le ringraziamo per le emozioni che ci hanno fatto provare”.
Dietro a tutto quello che si è visto ieri sera c’è stato un gran lavoro di squadra.
Una squadra affiatata, competente e che ha condiviso un unico obiettivo: far vivere un’esperienza gioiosa e leggera, ma piena di significato per lenire le fatiche della malattia e ritrovare fiducia e speranza.

Hanno sostenuto “La Forza in Passerella”, il cui ricavato è andato interamente alla Lilt provinciale di
Treviso, la Confartigianato Imprese AsoloMontebelluna, ANAP Confartigianato, le Terme dei Colli
Asolani, D&B s.r.l., SALONE TAMARA, al Bistrol, INTERLINEA, Autoservizi De ZEN Michele sas,
Diemme e MEC Dal Pai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button