Home -> Venezia -> Arrivano a Jesolo ma la casa vacanza non c’è: 7 casi diversi

Arrivano a Jesolo ma la casa vacanza non c’è: 7 casi diversi

Gli investigatori di Jesolo hanno denunciato due persone, una napoletana ed un brianzolo, per aver raggirato alcuni turisti italiani che pensavano di aver prenotato on line un appartamento a Jesolo dove trascorrere le vacanze.

Dai racconti dei vacanzieri raggirati emerge una metodica sempre uguale: dopo aver individuato l’appartamento ideale per le vacanze su un sito internet, gli ignari turisti contattano il finto proprietario per concludere l’affare e prenotare l’immobile dietro pagamento di una sostanziosa caparra o a volte, dell’intero prezzo della locazione.

Una volta giunti sul luogo della vacanza, i turisti scoprono che l’appartamento in realtà non esiste e non riescono più a contattare l’interlocutore della locazione e si rivolgono agli uffici di Polizia per fare denuncia.

Le indagini degli investigatori del Commissariato di Jesolo hanno poi portato a due truffatori, un brianzolo di 22 anni, al quale sono stati attribuiti cinque truffe, ed una donna napoletana di 66 anni, alla quale ne sono stati attribuiti due.

Si trattava di truffatori ben organizzati, che usavano telefoni, conti correnti postali o bancari e account internet non immediatamente riconducibili a loro perché intestati ad altre persone, ignare di tutto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*