Treviso

Arrestato attentatore al PAM in centro a Treviso

Conferenza stampa congiunta tra Squadra Mobile e carabinieri di Treviso per svelare l’autore della bomba piazzata davanti al Pam di via Zorzetto, la notte del 6 novembre.

Si tratta del 56enne bellunese Enrico Sorarù, senza fissa dimora.

Il 56enne è una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, è uscito di poco di prigione.

Le accuse nei suoi confronti sono di porto di ordigno esplosivo, danneggiamento aggravato, e ipotesi di strage.

L’uomo avrebbe agito per ripicca contro il direttore del supermercato che l’aveva sorpreso mentre rubava della merce negli scaffali, cosa che gli è costato il carcere.

Scontata la pena ha pensato come vendicarsi.

Il 56enne non aveva una residenza ed era ospitato da un amico a Nervesa della Battaglia.

Gli investigatori sono risaliti all’autore dell’attentato grazie alle immagini della videosorveglianza.

Manca da capire come si fosse procurato l’ordigno che non è di fattura artigianale.

L’operazione ha ricevuto i complimenti del Governatore Luca Zaia: “Complimenti alle Forze dell’Ordine, che hanno risolto in tempi brevi un caso che aveva creato apprensione tra i cittadini, tra l’altro in un momento del tutto particolare come quello che stiamo vivendo”.

“Aver assicurato il responsabile alla giustizia – aggiunge Zaia – è un successo che va oltre l’operazione d’indagine in sé stessa, perché riporta serenità tra i residenti e chiarisce aldilà di ogni dubbio le motivazioni del gesto criminoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button