Treviso

Aperitivo all’Autogrill, taglio capelli, Lap Dance, gli spostamenti ingiustificati riscontrati da Volanti di Treviso

Nella giornata di ieri i poliziotti delle Volanti hanno effettuato numerosi controlli finalizzati al rispetto delle disposizioni delle norme sul contenimento della diffusione del Coronavirus, in particolare sulla strada Feltrina, Terraglio, nelle altre arterie principali e nelle vie del centro.
Alcuni soggetti, dopo essere stati identificati, hanno fornito delle giustificazioni del loro spostamento inconciliabili con il dettato normativo.

Alle 11 del mattino, sono stati denunciati 4 uomini di origine albanese di circa 40 anni, che, nonostante fossero a conoscenza delle prescrizioni, hanno ammesso di essersi recati presso un bar di un’area di servizio per fare un aperitivo e ritrovarsi “per fare quattro chiacchiere”.

Nel pomeriggio è stato fermato nei pressi di Via Pisa un ragazzo kosovaro di vent’anni, che ha riferito di essere in transito per recarsi da un amico a tagliarsi i capelli; il ragazzo, nonostante i poliziotti abbiano pazientemente cercato di spiegargli che quel motivo non sarebbe certamente rientrato nei motivi di necessità, è rimasto convinto che fosse suo diritto andare a tagliarsi i capelli, rilasciando anche l’apposita autocertificazione.
Anche nei suoi confronti è scattata una denuncia per inosservanza dei provvedimenti.

Infine, intorno alle 5 del mattino, è stato fermato un veicolo sulla strada Terraglio, il cui conducente, un uomo pordenonese di circa 50 anni, ha dichiarato di essersi recato fuori dal Comune di Pordenone per portarsi presso un locale di Lap Dance di Preganziol; anche l’uomo è stato denunciato per l’inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

L’impegno della Polizia di Stato sul territorio trevigiano è stato particolarmente intenso nei giorni passati, portando al controllo di numerose persone ed alla denuncia di decine di soggetti.
I controlli saranno ulteriormente potenziati nei prossimi giorni, al fine di garantire il rispetto delle prescrizioni normative poste a tutela della salute pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button