Veneto

Alpinista vola per 30 metri: lo salva la corda di sicurezza

San Pietro Valdastico (VI) – Intorno a mezzogiorno di oggi sabato, un alpinista è volato per una trentina di metri sul Sojo Bostel, impattando sulla roccia, trattenuto però dalla corda che gli ha evitato conseguenze che sarebbero state fatali. 

Con l’elicottero di Verona emergenza che non poteva avvicinarsi in sicurezza alla parete, per le forti raffiche di vento, sono entrati in azione gli uomini del Soccorso alpino di Arsiero.

L’eliambulanza ne ha trasportati in quota sei in due rotazioni. 

Il rocciatore, S.D.P., di Cogollo del Cengio, di una quarantina di anni, saliva primo di cordata sul settimo tiro della Via Doppio gusto, quando aveva perso l’appiglio. 

Caduto, l’uomo era stato trattenuto dalla corda fermandosi poco sopra il compagno in sosta, che lo aveva poi fatto scendere fino a lui. 

Dalla cima, i soccorritori e un sanitario sono scesi in corda doppia per 85 metri, hanno raggiunto l’infortunato, che era cosciente, ma lamentava dolori al torace e al bacino, e lo hanno imbarellato in parete. 

Da li hanno calato la barella con le corde per cento metri, fino alla base della via, dove attendeva l’eliambulanza che ha preso in carico lo scalatore trasportato all’ospedale di Vicenza. 

Anche il compagno è stato calato dai soccorritori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button