Veneto

Alemagna da incubo: da Cortina 4 ore per imboccare l’autostrada, 5 da Auronzo

Rientro da passione per migliaia di vacanzieri che hanno trascorso il capodanno sulle Dolomiti.
Il traffico durante la giornata si è fatto sostenuto sin dalla tarda mattinata ma il clou è avvenuto nel pomeriggio.

Le code hanno presto raggiunto Tai di Cadore dove sulla 51 Alemagna confluisce la 51Bis.
Ad appesantire la situazione anche due incidenti segnalati sul Ponte Cadore e nei pressi dello svincolo di Caralte.
Tempi biblici per raggiungere l’ingresso in autostrada a Pian di Vedoia.

Molte le segnalazioni arrivate sui social con automobilisti che raccontano di aver impiegato 5 ore da Auronzo all’immissione in A27 e oltre 4 ore da Cortina.

Attorno alle 19 le code hanno raggiunto la massima estensione, oltre 30 km dall’imbocco dell’A27.
Nonostante l’Alemagna sia stata interessata negli ultimi anni da cantieri infiniti che ne hanno modificato in parte il tracciato in vista delle Olimpiadi a Cortina, non si vedono benefici. Anzi è difficile comprendere anche l’utilità del progetto Smart Road realizzato da Anas. Sono stati posizionati tanti pali con luci colorate che hanno creato tanti disagi agli automobilisti per la loro dislocazione.

Anzi il verificarsi di questo penoso serpentone che si materializza ogni domenica pomeriggio è un danno per l’economia montana con molti turisti che ormai hanno preferito migrare in altre valli montane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button