Home -> Curiosità -> Affascinati dalla Centrale/In 2 mila a Soverzene
Il pubblico in fila alla centrale

Affascinati dalla Centrale/In 2 mila a Soverzene

Belluno – Tutto esaurito per la giornata di “Centrali Aperte” dell’impianto Enel Green Power di Soverzene.
Domenica scorsa sono stati infatti circa 2.000 i visitatori giunti ieri da tutta la regione, ma anche dal Friuli Venezia Giulia, per visitare la centrale che è tornata a spalancare le sue porte a oltre 10 anni dall’ultima apertura. Un successo oltre ogni previsione per la riapertura dello storico impianto.

Per tutta la giornata i tecnici di Enel Green Power hanno accompagnato i tanti visitatori, tra cui molti bambini, spiegando loro come funziona una fabbrica di energia pulita, quali tecnologie applica, come si integra nel territorio circostante, ed offrendo l’eccezionale opportunità di ammirare un impianto oggetto di importanti lavori di rinnovamento tecnologico, che hanno interessato sia la parte idraulica che la parte civile, e che hanno valorizzato ancor di più il pregevole affresco con dipinti allegorici di Walter Resentera, posizionato sulla volta della sala macchine e l’antico Mulino dei Savi: risalente ai primi dell’800, negli anni ’90 è stato oggetto di un attento intervento di recupero da parte dell’Enel, che ha riportato alla luce l’antico splendore dell’involucro edilizio e del sistema di meccanismi che consentivano la macinazione dei cereali. Il Mulino dei Savi rappresentò la prima forma di utilizzo delle acque del torrente Val Pora.

La centrale di Soverzene con i suoi 210 Megawatt di potenza installata è la più importante centrale idroelettrica del Veneto. Produce energia a ‘zero emissioni’, sufficiente al fabbisogno annuo di oltre 200.000 famiglie, valorizzando l’energia del sistema fluviale dell’Alto Piave, del Boite e del Maè in Cadore. Le acque che alimentano la centrale vengono integralmente restituite nell’alveo del Piave subito a valle della centrale o verso il lago di Santa Croce.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*