Venezia

Adottata variante Piano interventi per realizzo Parco fluviale del Marzenego

E’ stata presentata la proposta di delibera sulla realizzazione del Parco fluviale del Marzenego, che verrà sottoposta ora all’approvazione del Consiglio comunale.
Il sindaco Luigi Brugnaro ha esordito “la delibera che presentiamo è un’innovazione a livello regionale. Partiremo da un primo tratto, per poi comprendere tutta l’asta del fiume e questo esempio dovrà essere portato avanti su tutti gli altri canali e fiumi che confluiscono sulla Laguna di Venezia, per arrivare al suo progressivo disinquinamento.
L’idea di fondo è che le acque diventino un luogo a cui rivolgersi, un luogo che va poi gestito e organizzato.
Vogliamo dimostrare che si può fare ambiente utilizzando i sistemi dell’ingegneria e della tecnica e anche con l’apporto dei privati”.

“Il Parco fluviale – ha poi continuato Brugnaro – serve per recuperare la storia della città. Chiederemo che le nuove edificazioni si riapproprino dell’elemento acqua e rispettino l’ambiente, per cui tante aree verranno asservite al parco, con la collaborazione dei privati.
Andremo poi a risolvere problemi legati alla viabilità, con lo snodo della Gazzera che verrà collegato con la tangenziale, grazie ai finanziamenti della Regione Veneto.
Si aprirà infine una serie di ragionamenti coi privati in merito al disinquinamento delle acque, per cui il collegamento delle case alle fognature, ove siano presenti, e la verifica delle fosse biologiche adeguate alla pulizia delle acque dovrà valere lungo tutto l’intero fiume.

Ci allarghiamo così a livello extra-urbano”.
Grazie all’adozione della Variante sarà possibile completare il raccordo viario Brendole-Castellana, per portare a compimento la linea del sistema ferroviario metropolitano regionale (Sfmr), che coprirà i collegamenti tra Venezia, Quarto d’Altino e Mestre-Treviso, nonché rendere più fluida la viabilità ed efficientare la rete stradale, grazie alla realizzazione di un collegamento tra la rotatoria Miranese e il parcheggio scambiatore di via Montagnola.
La deliberazione è stata accolta in modo favorevole dal Consorzio di Bonifica – coinvolto per elaborare un progetto di riqualificazione idraulica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button