Venezia

Accordo Bcc-Unionmare/Stanziato un plafond di 50 milioni per gli stabilimenti balneari

Un plafond da 50 milioni di euro per sostenere gli stabilimenti del Veneto: è la prima intesa dedicata al comparto turistico balneare ed è frutto di un accordo sottoscritto tra il Gruppo Bcc Iccrea e UnionMare Veneto. Si è, insomma, chiusa con il botto l’edizione numero 51 della Fiera dell’Alto Adriatico di Caorle.

Il Gruppo BCC Iccrea, con 6 delle sue Banche di Credito Cooperativo operative nel Nord-Est, ha siglato una partnership con UnionMare Veneto, associazione che rappresenta i 140 operatori del settore balneare del Veneto, per sostenere finanziariamente gli associati nella attuale fase di profondo cambiamento normativo che determinerà, nei prossimi anni, un impatto significativo per lo sviluppo del settore.

L’accordo, il primo dedicato esclusivamente al comparto turistico balneare, coinvolge direttamente tutte le BCC del Gruppo che hanno sportelli sulla costa veneta – Centromarca Banca, Banca della Marca, BCC Patavina, Banca Annia, BCC Pordenonese e Monsile e Credifriuli – e prevede, per gli associati a UnionMare Veneto, lo stanziamento di un plafond da 50 milioni di euro, a tassi e condizioni agevolati e con la garanzia attivabile di Fidi Impresa e Turismo Veneto.

L’intesa è stata annunciata dal Gruppo durante la Fiera dell’Alto Adriatico, tra i principali eventi nazionali dedicati agli operatori del settore e di cui BCC Pordenonese e Monsile è main partner.
La sigla tra il Gruppo e UnionMare Veneto va a sostegno degli operatori del settore che, a seguito della sentenza del 2021 del Consiglio di Stato e del recente provvedimento di proroga assunto dal Governo, dovranno nei prossimi mesi avanzare le richieste di rinnovo della concessione demaniale marittima presso i Comuni di competenza.

“Il turismo balneare è – commenta Francesco Beninato, responsabile Area Territoriale Mercato del Nord Est di Iccrea Banca –, per tutta l’economia del nostro Paese, una risorsa fondamentale, oltre a essere una filiera che oggi deve essere sostenuta con strumenti puntuali ed efficaci.
Come Gruppo BCC Iccrea, insieme alle BCC sul territorio, diamo concretezza al nostro impegno per assistere gli stabilimenti balneari in Veneto e auspichiamo che questa iniziativa possa rappresentare l’inizio di altri percorsi lungo tutta la nostra Penisola”.

Alessandro Berton, Presidente di Unionmare, ha aggiunto: “Abbiamo concluso questo accordo con le BCC del Gruppo Iccrea che operano sulla costa veneta per dare una risposta concreta ai nostri operatori su come finanziare gli investimenti necessari alla richiesta della nuova concessione.
Siamo orgogliosi di essere stati i primi a siglare un accordo di questo tipo in Italia, grazie al quale, in sinergia con le BCC e il nostro Confidi di sistema Fidimpresa, i nostri operatori possono iniziare a predisporre gli interventi necessari da subito e con la migliore copertura finanziaria.
L’obiettivo sarà di valorizzare questo plafond per rinnovare o migliorare le nostre attrezzature nelle spiagge”.

Mauro Rocchesso, ddirettore Fidi Impresa & Turismo Veneto, ha concluso: “Sono particolarmente soddisfatto nel mio duplice ruolo di presidente del Confidi regionale e di Confcommercio di Venezia e Rovigo per questo importante accordo, che dimostra ancora una volta la forte coesione che c’è all’interno del nostro Sistema Confederale.
Saper fare sinergia tra le strutture associative, il Confidi e le banche del territorio per sostenere le nostre imprese impegnate nel settore balneare, è fondamentale per rafforzare e sostenere il sistema turistico del Veneto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button