Home -> Friuli Venezia Giulia -> A4/Lavori al nodo di Palmanova per la costruzione della nuova rampa
La nuova segnaletica sul raccordo triestino

A4/Lavori al nodo di Palmanova per la costruzione della nuova rampa

Proseguono i lavori sul Nodo di Palmanova. Un cantiere, quello del primo sub lotto del quarto lotto (Gonars – Nodo di Palmanova), particolarmente complesso in quanto i lavori non hanno riguardato finora soltanto l’allargamento delle carreggiate, ma anche gli “agganci” tra le rampe delle sei direttrici di traffico.

A essere interessata dall’intervento in programma nella notte tra mercoledì 30 settembre e giovedì 1 ottobre è la direttrice Udine – Trieste dove è in costruzione la nuova rampa.
Nel corso dell’avanzamento dei lavori, le maestranze saranno impegnate nello spostamento delle barriere di sicurezza e nell’adeguamento della segnaletica orizzontale e verticale.

Questo intervento richiederà una modifica alla circolazione.
Tra le ore 21,00 di mercoledì 30 settembre e le ore 05,00 di giovedì 1 ottobre i veicoli e mezzi pesanti in transito sulla A23 provenienti da Tarvisio e Udine e diretti a Trieste dovranno uscire a Udine Sud, seguire la viabilità alternativa segnalata dalle frecce gialle e rientrare in A4 al casello di Palmanova o seguire la direttrice di marcia per Venezia uscire a San Giorgio di Nogaro e rientrare allo stesso casello per reimmettersi in A4 in direzione Trieste.
Nessun problema invece per chi proviene da Tarvisio – Udine ed è diretto verso Venezia.

Nel frattempo, si è svolto questa mattina l’incontro fra i rappresentanti territoriali e i tecnici Anas (Gruppo FS Italiane) in occasione dell’installazione di segnaletica verticale aggiuntiva in corrispondenza delle rampe di Via Svevo e Via Valmaura, sul raccordo autostradale 13 “A/4-Trieste”.

Il rinforzo della segnaletica in prossimità delle due rampe è stato condiviso in piena sinergia fra Anas e gli Enti territoriali ed è finalizzato a scongiurare le immissioni dei veicoli contromano, fenomeno che nel recente passato ha causato incidenti anche con esito mortale.
La nuova segnaletica, che si aggiunge a quella esistente già installata secondo la normativa vigente, rinforza visivamente il divieto di accesso ai rami di ingresso sul raccordo ed è stata studiata sulla base di uno studio comparato predisposto dall’Università di Udine.

Presenti all’incontro l’Assessore Regionale alle Infrastrutture e Territorio Graziano Pizzimenti, il Consigliere Regionale Danilo Slokar, il Direttore Generale FVG Strade Sandro Didonè e, per Anas, il Responsabile dell’Area Gestione Rete del Friuli Venezia Giulia Christian Calzolari.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*