Friuli Venezia Giulia

A Trieste da lunedì si gira la terza stagione de La porta rossa

Trieste – È certamente uno dei panel più attesi a Link Festival del giornalismo e dei nuovi media, quello che vedrà protagonista l’attore Lino Guanciale – alias commissario Cagliostro, il “fantasma” più amato del piccolo schermo – insieme alla giovane attrice Valentina Romani e al presidente della FVG Film Commission Federico Poillucci: “Trieste, ciak si gira!” titola l’incontro in programma domenica 5 settembre, alle 19, gran finale del Festival di scena in una delle nuove location della serie TV “La porta rossa”, l’iconica Piazza Unità d’Italia, sede della Fincantieri Newsroom, che dal 2 al 5 settembre accoglierà a Trieste l’8^ edizione di Link.


Se la “ripresa sostenibile” sarà filo rosso degli incontri programmati, certamente il dialogo di chiusura dedicato a “La porta rossa”, condotto dalla giornalista Rai Marinella Chirico, offrirà spunti significativi sulla ripartenza post covid anche dell’industria del cinema, rimasta bloccata per molti mesi nel periodo più duro del lockdown e delle recrudescenze pandemiche.


Da lunedì 30 agosto, e per 14 settimane, Trieste sarà al centro delle riprese de “La porta rossa” 3, atteso sequel della fiction targata Rai2, diretta in questa nuova stagione da Gianpaolo Tescari, scritta da un pool di grandi sceneggiatori guidati da Carlo Lucarelli e programmata per la primavera 2022.
L’incontro di Link Festival offrirà l’occasione per ragionare sulla ripresa e sulle prospettive del cinema dopo il ciclone pandemico, e con la concorrenza sempre più agguerrita delle piattaforme e dello streaming.


Dal 2017 “La porta rossa” si identifica con Trieste: la terza serie porterà alla ribalta le nuove location della città dove gravita, offrendo spettacolari vedute aeree, lo spirito del commissario fantasma Leonardo Cagliostro, interpretato appunto da Lino Guanciale.


Se Palazzo Carciotti diventerà sede della Questura, si girerà con nuovi scorci in Porto Vecchio ed entreranno nella nuova serie anche la Centrale Elettrica Opicina, Palazzo Vivante, lo stabilimento balneare Ausonia, la Cava di Sgonico.
Un prezioso “spot” per la promozione turistica e culturale di Trieste e del territorio, ma anche un segnale concreto e tangibile per le maestranze impegnate: 28 risorse fisse oltre ad attori e comparse che saranno impiegate nella produzione, firmata da Garbo e Rai Fiction, in collaborazione con la FVG Film Commission che investirà 280mila euro nella terza serie.

L’accesso all’incontro è aperto gratuitamente al pubblico munito di green pass, previa prenotazione presso TicketPoint Trieste – tel. 040 3498276.
Sarà possibile registrarsi anche direttamente nella sede di Link per i posti ancora disponibili, a partire da mezz’ora prima dell’incontro.
Info e dettagli: linkfestival.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button