Pordenone

A Sacile dal 19 al 21 marzo si rinnovano i gemellaggi di Medes

Una “primavera europea” sboccia sul Livenza, grazie al progetto AdTransMEDES e alle relazioni tra le quattro città gemellate che condividono ormai da qualche anno questo progetto europeo finanziato da Erasmus+ e sviluppato, sotto la guida del Comune di Vila-real, con una rete di partnership pubbliche e private a Sacile, La Réole e Novigrad-Cittanova.

Mediazione, musica, cultura, scambi e turismo per le nuove generazioni europee: questo l’obiettivo di un progetto più ampio che, innestandosi sul MEDES, porterà a Sacile dal 19 al 21 marzo le delegazioni istituzionali delle città gemelle, per la prima volta riunite nuovamente dopo il lungo periodo di isolamento dovuto alla pandemia.

Un weekend di incontri favorito dalla presenza dei partner di AdTransMEDES, ai quali sarà passato il testimone per la settimana successiva, quando dal 21 al 26 marzo saranno presenti a Sacile i gruppi scolastici degli Istituti che condividono il percorso sulla formazione alla mediazione come strategia per combattere l’abbandono scolastico e la risoluzione di conflitti e problemi relazionali tra i giovani.

Saranno infatti 40 gli studenti “allievi mediatori”, accompagnati da una decina di loro docenti, coinvolti in attività di formazione, conoscenza, cultura, turismo, coordinate dall’Istituto Comprensivo di Sacile, attraverso la Scuola Media Balliana-Nievo, partner MEDES insieme al Licée Jean Renou di La Réole, alla Scuola elementare italiana e alla Scuola elementare Rivarela di Novigrad-Cittanova e all’Istituto d’Istruzione Secondaria Miralcamp di Vila-real.

Ad avviare questo percorso con i migliori auspici saranno presenti a Sacile i Sindaci e loro delegati delle quattro città, che tra sabato 19 e domenica 20 marzo parteciperanno ad incontri e momenti di condivisione, grazie alla partecipazione di molte Associazioni ed enti del territorio e con il sostengo di AICCRE, l’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, che al progetto dell’Amministrazione comunale ha concesso il proprio contributo. La cerimonia ufficiale di accoglienza del gemellaggio, aperta a tutta la cittadinanza, si terrà domenica 20 marzo alle 10 nella Chiesa di San Gregorio, con la partecipazione anche degli allievi dell’indirizzo musicale della Scuola Balliana-Nievo, grazie alla sinergia attivata con i docenti e la Dirigente scolastica Armida Muz.

“La nostra città riparte guardando all’Europa” dichiara il Sindaco Carlo Spagnol “per riaffermare fortemente i valori dell’amicizia e della convivenza tra i popoli, ‘uniti nella diversità’ e pronti a cooperare nel rispetto, nella pace e nella fratellanza”.


“Si tratta di un segnale importante che guarda al futuro dell’Europa attraverso i giovani, che attraverso l’educazione alla mediazione potranno portare nella società un vento di cambiamento nei rapporti, trovando modalità nuove di prevenzione e risoluzione dei conflitti, cosa di cui sempre più oggi, e specialmente in questo drammatico momento storico, c’è più che mai bisogno” commenta l’Assessore alla Cultura e Istruzione Ruggero Spagnol, referente MEDES per la città, cui fa eco il Vicesindaco e Assessore con delega ai gemellaggi Alessandro Gasparotto: “Un’occasione per ripartire con fiducia, confidando sul dialogo, la conoscenza, l’apertura agli altri: questo è il significato profondo dei gemellaggi, che speriamo possano tornare a far incontrare i cittadini con serenità, riallacciando le relazioni che la nostra città ha costruito con convinzione e perseveranza in questi anni, continuando a costruire una solida cittadinanza europea”.

Info sui contenuti del progetto MEDES: http://medes.vila-real.es
Info sul gemellaggio: www.comune.sacile.pn.it / www.visitsacile.it / Facebook @comunedisacile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button