Treviso

A processo la 25enne di Silea che ha causato l’incidente costato la vita a Federica Scottà di Maron di Brugnera

Nulla e nessuno potranno mai riportare indietro Federica Scottà, ma ai suoi familiari rimane almeno la consolazione che la loro cara non ha avuto colpa alcuna nel tragico incidente che le è costato la vita e che l’unica ed esclusiva responsabile della tragedia ora dovrà risponderne davanti alla giustizia.

A conclusione delle indagini preliminari del procedimento penale per il reato di omicidio stradale per la morte della 48enne conosciutissima imprenditrice di Maron di Brugnera il Pubblico Ministero della Procura di Treviso, Valmassoi, ha chiesto il rinvio a giudizio per l’automobilista che, con una fatale invasione della corsia opposta, ha causato il terribile frontale: si tratta di una 25enne E. T., di Silea.

Fissato per il 28 marzo 2023, nel Tribunale della Marca, l’udienza preliminare di un processo dal quale i congiunti della vittima, assistiti da Studio3A, si aspettano finalmente una condanna congrua, dopo mesi di dolore e di amarezze: mai una parola di scuse dall’imputata.

Il sinistro si è verificato l’8 agosto 2021 in via per Brugnera, nei pressi dell’incrocio con via Maschio e del distributore di carburante della Energyca, nel centro abitato di Francenigo di Gaiarine, dove Federica Scottà aveva anche la sua attività, la Clever Due.
Quel maledetto giorno d’estate la donna era stata al mare, a Lignano e aveva riaccompagnato a casa la mamma a Francenigo e stava rientrando nella sua abitazione a Maron di Brugnera.

All’improvviso la 48enne, che si trovava alla guida della sua Kia Sportage, si è trovata davanti la Volskwagen Tiguan condotta dalla 25enne di Silea.
Com’è stato accertato dalla perizia cinematica, le cause del sinistro ricadono sulla 25enne che procedeva con “imprudente e avventata condotta di guida”.

Il resto, purtroppo, è tristemente noto: Federica, a causa dei gravissimi politraumi riportati nello schianto, è deceduta praticamente sul colpo.
L’imputata e il compagno trasportato nel Suv se la sono invece cavata con una prognosi, rispettivamente, di venti e cinque giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button