Pordenone

55 positività al covid dopo la festa: Papi on the beach chiuso per 75 giorni

Questa mattina, venerdì 30 luglio, Agenti della Questura di Pordenone hanno apposto i sigilli ai cancelli del noto Papi on the Beach di Roveredo in Piano, come disposto dal provvedimento di sospensione del Questore della Provincia di Pordenone Marco Odorisio.

Per la storica discoteca, 75 giorni di chiusura forzata: una batosta.

Il provvedimento è conseguenza del rapporto inviato lo scorso 23 luglio dal Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asfo, al Questore.

Vi si riferiva di come la notte di sabato 17 luglio, una festa organizzata nella discoteca aveva portato ad un focolaio di Covid-19: per dimensioni, il più consistente registrato nell’intera Regione.

Gli accertamenti degli uomini della Questura che sentivano una ventina dei giovani partecipanti alla festa  ricostruivano poi come quella notte il problema covid non fosse proprio stato preso in considerazione.

Dalle fila per chi voleva entrare agli assembramenti in pista senza mascherina, senza alcun intervento da parte dei gestori del locale.

Di fatto, una festa in stile pre covid con 300 persone che hanno ballato dalle 23.00 alle 04.00 del mattino.

A confermare le testimonianze, un video della festa, diffuso in rete con immagini che non lasciavano spazio all’immaginazione.

Quel party illegale ha portato a 55 casi positivi al Covid-19, di giovani residenti nella Provincia di Pordenone, di Treviso e della Base USAF di Aviano.

Gli Agenti della Questura hanno poi accertato che erano state organizzate feste identiche per ogni fine settimana della stagione estiva, per giunta in assenza della licenza ex art. 80 Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.), che regolamenta le attività da ballo.

Per tutto questo, la decisione della chiusura per 75 giorni, non la prima, tra l’altro, essendo il locale già stato sanzionato in passato con una prima chiusura di 90 giorni (era il 2019, sempre per ragioni di sicurezza pubblica e sicurezza delle persone).

Il Questore ha trasmesso al Sindaco lanche a proposta di revoca della licenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button