Venezia

48enne depredava biblioteche: recuperati oltre mille volumi/Furti anche a Portogruaro e San Donà

Nel corso degli anni era riuscito a creare, a casa sua, con certosina pazienza, una fornitissima biblioteca, con migliaia di rari e costosi manuali e volumi scientifici universitari, per un valore di circa 80.000 euro.
Solo che per procurarsi i libri, un 48enne di Dolo aveva adottato un sistema singolare e illecito: quello di depredare biblioteche pubbliche e universitarie.
Nel mirino dell’uomo era finita, da qualche tempo, anche quella comunale di Mestre, solo che la sua presenza è stata alla fine notata dagli operatori della struttura.
Nella tarda mattinata di lunedì, la responsabile del servizio bibliotecario comunale di Venezia ha contattato la Polizia locale, segnalando che alla biblioteca Vez era presente un utente sospettato di avere trafugato dei libri nelle settimane precedenti.
Agenti in borghese l’hanno atteso all’esterno per fermarlo e perquisirlo: dal suo zaino sono in effetti spuntati tre libri della biblioteca comunale, tutti con barre antitaccheggio asportate.
I volumi sottratti alla Vez dal 48enne sono una ventina: gli altri sono stati trovati nella sua abitazione, con altre migliaia di pubblicazioni, sottratte alle biblioteche universitarie di Venezia, Padova, Udine, Ferrara e in quelle pubbliche di Venezia, Mestre, Spinea, Bassano, Martellago, Mira, Padova, Borgo Valsugana, Mirano, Scorzè, Castel Tesino, Ponte San Nicolò, Mogliano veneto, San Donà di Piave, Portogruaro, Abano Terme, Noale e Vicenza.
L’uomo è stato deferito all’Autorità giudiziaria per i reati di furto pluriaggravato e continuato e di ricettazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button