Home -> Pordenone -> 47enne sacilese si guadagna il braccialetto elettronico per le violenze sulla compagna
Il Comandante Alessandro Battistella

47enne sacilese si guadagna il braccialetto elettronico per le violenze sulla compagna

All’alba di ieri mattina, i Carabinieri di Sacile si sono recati a prelevare un 47enne artigiano sacilese che il Gip di Pordenone Pergola ha deciso debba rimanere ai domiciliari, con tanto di braccialetto elettronico, in un’abitazione diversa da quella che condivide con la compagna.

Alla base della decisione, i ripetuti maltrattamenti nei confronti della compagna, una 26enne, madre del loro figlio di soli due anni che, purtroppo, avrebbe anche assistito più volte alle sue violente esplosioni d’ira.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’ennesima lite costata alla 26enne un ematoma in fronte che guarirà in una decina di giorni.
Un episodio, solo ultimo di una lunga serie, che ha convinto la giovane a confessare la sua difficile situazione ai carabinieri che, consci della delicata situazione, le hanno messo a disposizione un brigadiere donna.

E’ così emersa una lunga storia di abusi che proseguiva da almeno tre anni, con la gelosia dell’uomo che arrivava a concretizzarsi in aggressioni fisiche, umiliazioni, minacce anche coltello alla mano e persino durante la gravidanza.
Il 47enne avrebbe pedinato la compagna anche all’uscita dal lavoro, spendendone i guadagni a proprio vantaggio e non per la famiglia.
Si erano accorti della insostenibile situazione perfino i vicini, mentre numerosi referti medici hanno poi confermato il quadro accusatorio.

In attesa di finire sul banco degli imputati, ora il 47enne è ristretto ai domiciliari da parenti, in provincia di Venezia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*