Friuli Venezia Giulia

4 Novembre/Cerimonia a Redipuglia, assente Fedriga

Redipuglia – “Questa giornata assume oggi un significato particolarmente importante, perché nel celebrare l’Unità nazionale e le nostre Forze Armate dobbiamo trovare lo slancio per stringerci attorno al valore di Patria, avendo la consapevolezza che solo uniti potremo superare le difficoltà dovute alla pandemia”.

Lo ha detto oggi a Fogliano Redipuglia l’assessore regionale al Patrimonio del Friuli Venezia Giulia, Sebastiano Callari, a margine della cerimonia che si è tenuta al Sacrario di Redipuglia in occasione della giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate.

Come ha sottolineato l’assessore, ricordando l’alto significato della cerimonia – a cui ha partecipato anche la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, i problemi che stiamo attraversando chiedono a tutti un sacrificio quotidiano. A questo, però, si sommano le complicazioni legate all’ultimo Dpcm, la cui interpretazione “non appare sufficientemente chiara”.

“Inoltre – ha detto ancora Callari – nella nostra regione dobbiamo confrontarci anche con il problema dei flussi di immigrati clandestini che attraversano il confine con la Slovenia e della sorveglianza sanitaria che bisogna organizzare nei confronti di queste persone, a salvaguardia – ha concluso – della salute di tutti”.

Alla commemorazione al Sacrario di Redipuglia non c’era stamani il Governatore friulano.
Massimiliano Fedriga ha diffuso una nota in cui si è detto impossibilitato a partecipare alla cerimonia per “Impegni concomitanti legati all’emergenza epidemiologica in corso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker