Pordenone

38enne indiano con precedenti e con decreto di espulsione si ritrova in 48 ore dal centro di Pordenone al centro di rimpatrio in Sardegna

La Polizia di Pordenone ha arrestato un 38enne, cittadino indiano, senza fissa dimora, per i reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale ed inosservanza al provvedimento di espulsione.

L’arresto è scattato giovedì sera quando una Volante è arrivata in piazza Duca d’Aosta per la segnalazione di una persona molesta.

Alla vista dei poliziotti il 38enne ha assunto subito un atteggiamento ostile nei confronti degli agenti, prima con minacce e offese e poi cercando di colpire un poliziotto, tanto che è stato immobilizzato con lo spray anti aggressione.

Condotto in Questura, il 38enne con a carico precedenti di polizia per violenza sessuale e reati contro il patrimonio ha continuato ad essere aggressivo e minaccioso.

Al controllo dei dati è risultato essere inottemperante ad un provvedimento di espulsione.
E’ stato perciò tratto in arresto e trattenuto in camera di sicurezza.
Ieri mattina al termine dell’udienza per direttissima, il 38enne cittadino indiano è stato condannato alla pena di mesi 7 di reclusione, con sospensione della stessa.
Rimesso in libertà è stato consegnato al personale dell’ufficio Immigrazione.

Il Questore della Provincia di Pordenone ne ha disposto l’espulsione dal territorio nazionale e accompagnamento immediato presso il “Centro di Permanenza per il Rimpatrio” di Macomer (NU).

E così ieri pomeriggio, con un volo aereo per la Sardegna, il 38enne è finito presso la struttura per i rimpatri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button