Treviso

35enne di Ponte di Piave cade dalla Ferrata delle Anguane

Attorno alle 14 il Soccorso alpino di Arsiero, appena rientrato da un addestramento sul Monte Cengio, è stato inviato dalla Centrale del 118 sulla Ferrata delle Anguane, a seguito della chiamata di un escursionista, il cui amico, dopo essere caduto, non era più stato in grado di proseguire.

Dalle prime informazioni del compagno – che era uscito dall’itinerario attrezzato per trovare copertura telefonica – il 35enne di Ponte di Piave (TV), doveva trovarsi nel tratto centrale.

Dato lo scoppio di un violento temporale e il rischio di fulmini, è stato quindi scelto di far partire solo due soccorritori dall’alto e due dal basso, mentre altri sei erano pronti ad intervenire in supporto all’attacco della ferrata.

La squadra che risaliva è stata la prima a individuarlo, in un tratto molto impegnativo per esperti.

Fortunatamente aveva riportato solo dei graffi, ma era bloccato per il timore, causato dal deterioramento del suo kit da ferrata.

Assicurato, l’uomo è stato calato con due tiri di corda per 40 metri fino alla base della parete e poi riaccompagnato alla macchina.

Da segnalare il fatto che i soccorritori, malgrado il temporale in arrivo e il conseguente pericolo di scariche lungo i cavi, abbiano dovuto dissuadere altri gruppi di escursionisti in procinto di partire. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button