Home -> Treviso -> Bus non a norma: gita scolastica bloccata
I bus fermati

Bus non a norma: gita scolastica bloccata

Gita rimandata, ieri mattina, per un centinaio tra studenti e professori trevigiani diretti nel vicentino per una uscita educativa ed in partenza da una scuola superiore della Marca.

I controlli preventivi della Polstrada li hanno infatti appiedati.
Non per colpa loro, ovviamente.

Gli agenti sono intervenuti in case al protocollo sottoscritto tra il M.I.U.R. e il Ministero dell’Interno che ha l’obbiettivo di aumentare i livelli di sicurezza delle gite e dei viaggi di istruzione scolastici.

Così, ieri mattina la Stradale trevigiana ha scoperto che entrambi gli autobus noleggiat risultavano più anziani dei 15 anni massimi previsti dalla legge per i mezzi trasporto persone.
Una violazione che prevede una multa tra 500 e 3.000 euro, oltre al ritiro della carta di circolazione.

Uno dei due bus presentava poi gravi inefficienze relative alla sicurezza dei passeggeri, ossia il malfunzionamento delle uscite di sicurezza.
Anomalia che, in caso di incidente stradale, avrebbe potuto costare molto cara agli studenti stessi.

A quel punto, la pattuglia ha bloccato la partenza della gita scolastica, elevando ai conducenti degli autobus multe per un totale che ha superato i 2000 euro, con contestuale ritiro delle autorizzazioni e delle carte di circolazione dei mezzi ora sottoposti a fermo amministrativo.

I ragazzi non hanno dovuto rinunciare alla gita.
D’accordo con l’istituto scolastico sono stati fatti arrivare altri due autobus, stavolta regolari, e tutto si è risolto con un po’ di ritardo, ma in totale sicurezza.

Pare che i genitori abbiano molto apprezzato, come dimostrano le numerose telefonate di ringraziamento arrivate
al Comando di Piazza delle Istituzioni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*