Home -> Treviso -> Ventenne sui binari causa ritardi al treno: 2 volte in meno di 2 ore
foto: archivio

Ventenne sui binari causa ritardi al treno: 2 volte in meno di 2 ore

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, si usa dire, e il detto calza a pennello sul ventenne siriano, probabilmente molto spaesato, che ieri è stato fermato dalla Polizia Ferroviaria per due volte nel giro di meno di due ore, pizzicato a camminare sui binari del treno.

La prima volta è successo intorno a mezzogiorno, quando un cittadino ha lanciato l’allarme per un giovane visto camminare tranquillo sulla linea ferroviaria Treviso – Vicenza, vicino a Quinto a Treviso.

Immediatamente scattava per i macchinisti in transito l’andatura “a vista”, ovvero 30 km/h.
Trovato il ragazzo e portatolo all’identificazione, gli agenti scoprivano che il giorno prima il Prefetto di Udine e il Questore dell’omonima città lo avevano espulso, intimandogli di lasciare il territorio italiano.

Era quello che stava facendo?
Di fatto, denunciato per il procurato allarme, il 20enne veniva rilasciato.

Intorno alle 13.20, una nuova segnalazione, stessa linea.
Nonostante i fischi del macchinista che gli intimavano di spostarsi, il ragazzo continuava a camminare a fianco della strada ferrata.

Era di nuovo il 20enne siriano, che stavolta aveva provocato ad un convoglio un ritardo di mezz’ora.
Da qui la denuncia per interruzione di pubblico servizio, un’altra per procurato allarme e una nuova sanzione ammnistrativa per l’invasione dei binari.

Ora di lui si sta occupando l’Ufficio Immigrazione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*