Home -> Treviso -> Non ce l’ha fatta l’automobilista sentitosi male alla rotonda di Oderzo
Ermes Canzian

Non ce l’ha fatta l’automobilista sentitosi male alla rotonda di Oderzo

La vita non è un film, si è soliti dire quando qualcosa non si conclude come avevamo sperato.
Così accade stavolta.

Il bel gesto dell’opiergino Valerio Ongaro che la settimana scorsa soccorse un’automobilista colto da un grave malore non ha un happy end come avevamo a lungo sperato.

La vittima di quel malore non è sopravvissuta all’ischemia cerebrale che l’ha colta.
Ermes Canzian, di soli 55 anni, si è spento all’Ospedale Cà Foncello di Treviso, dov’era stato ricoverato proprio grazie all’intervento di Ongaro, l’unico automobilista di passaggio che, intuita la gravità di quanto stava accadendo, soccorse il meccanico di Faè fermo in mezzo alla rotonda con la sua auto.

Il drammatico episodio avvenne alla rotonda sulla Postumia che interseca Via Manin, a Oderzo.

Commenta lo stesso Valerio Ongaro, con tristezza, che purtroppo adesso non restano che un rispettoso silenzio e la preghiera.

Ermes Canzian lascia la moglie Nadia e i figli Giorgia e Simone, oltre all’anziana madre maria Pia e le sorelle Marica e Silvia.

Stasera, mercoledì 11.9, verrà recitato il Rosario alle 20, nella chiesa Parrocchiale di Faè che domani giovedì ospiterà alle 16 la celebrazione del rito funebre.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*