Home -> Pordenone -> Escursione, spettacolo, cena Il Racconto dei Mulini in Val Tramontina

Escursione, spettacolo, cena Il Racconto dei Mulini in Val Tramontina

Un tour in Val Tramontina all’insegna dell’acqua, con escursione, spettacolo e cena con prodotti tipici.
E’ quanto proposto dalla Compagnia di Arti e Mestieri per domenica 18 agosto in collaborazione col Comune di Tramonti di Sopra.
Filo conduttore delle spettacolo, “Il Racconto dei mulini” di e con Bruna Braidotti e dell’escursione sarà l’acqua, dall’incanto naturale delle pozze smeraldine all’ingegno umano che ha utilizzato l’acqua come energia e di cosa essa abbia significato per la vita nelle valli montane.
Le pozze e il mulino Pradiel di Tramonti di Sopra, tipico mulino di montagna, saranno infatti oggetto dell’escursione con partenza alle 15.30 dal Centro Visite di Tramonti di Sopra.


Per chi parte da Pordenone è previsto un pullman per raggiungere Tramonti con partenza alle 14.00 (per prenotazioni tel. 043440115).
Lo spettacolo si svolgerà invece alle 19 a Borgo Titol, borgo perfettamente ristrutturato e recuperato alle antiche tradizioni contadine tra agricoltura e allevamento, seguito da una cena con le specialità della Val Tramontina.
“Il Racconto dei mulini” fa parte del progetto “Le vie d’acqua: l’eredità di Leonardo” della Compagni di Arti e Mestieri e mette in scena la storia della tecnologia più importante, che dal medioevo in poi ha mosso opifici di ogni genere e di cui Leonardo si occupò e perfezionò nel progettare le sue macchine.
Si ripercorre attraverso il mulino la storia del territorio friulano e delle diatribe inerenti l’uso dell’acqua che vedevano contrapposti mugnai e veneziani, che gestivano la fluitazione del legname (che proveniva anche dalla Val Tramontina).
Il mulino è ‘parlato’ da mugnaie e nobildonne, mogli, figlie e donne d’oggi che ruotano attorno al mugnaio/ musicista, in un chiacchiericcio della quotidianità che appare il retrobottega della Grande Storia.
Sullo sfondo il suggerimento che i conflitti contemporanei sull’energia sono nodi creati nel Medioevo dal girare delle pale con la forza dell’acqua.
Accompagna e dialoga con i personaggi il musicista /mugnaio interpretato dal fisarmonicista Nicola Milan.
Il testo ha vinto il premio internazionale di drammaturgia “La scrittura della differenza” Capri 2008.
Uno spettacolo, dunque, che parte dalla storia e dalle tradizioni per fare una riflessione molto attuale sul presente.
Acqua ed energia sono infatti i nodi cruciali attorno ai quali si sviluppano i processi economici, geopolitici e ambientali odierni.
Chi vuole può seguire tutto il programma o anche assistere solo allo spettacolo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*